Canottaggio, il Gruppo Olimpico “blindato” a Sabaudia

Ruta e Oppo (foto Perna Canottaggio.org)

Il raduno degli azzurri del Gruppo Olimpico di canottaggio a Sabaudia diventa permanente. Lo ha deciso la Federazione, che ha prolungato il collegiale che in teoria doveva terminare lo scorso fine settimana.
Una decisione adottata dal presidente federale Giuseppe Abbagnale, in accordo con il consiglio, in considerazione della particolare situazione sanitaria in cui versa il nostro Paese.
«È importante sottolineare che – spiega una nota della Federcanottaggio – far tornare gli atleti presso le rispettive abitazioni sarebbe stato ancor più complicato che tenerli in raduno».
Del Gruppo Olimpico fanno parte anche alcuni atleti comaschi, che sono stati convocati dal direttore tecnico Francesco Cattaneo, che si avvale, nel suo staff, della collaborazione del lariano Stefano Fraquelli, che segue il settore femminile.
Sono a Sabaudia Aisha Rocek (Carabinieri-Canottieri Lario), Elisa Mondelli (Moltrasio), Sara Bertolasi (consigliere della Lario tesserata per Milano), Giorgia Pelacchi (Fiamme Rosse-Lario) e Pietro Ruta (Fiamme Oro).
La preparazione si svolge con tutte le direttive del caso emanate dal Governo, con gli atleti che lavorano a piccoli gruppi. Al raduno la direzione tecnica ha convocato complessivamente, tra uomini e donne, 46 atleti, dei quali 41 senior e 5 della categoria Pesi leggeri. Per la situazione contingente legata all’emergenza Coronavirus per ora non è possibile sapere quando saranno i prossimi impegni. Negli scorsi giorni la Fisa, la Federazione Internazionale di Canottaggio – in accordo con la Federazione Italiana Canottaggio, le città di Sabaudia, Varese e Gavirate e i rispettivi comitati organizzatori locali – ha annullato le due prove di Coppa del Mondo di Sabaudia (previste dal 10 al 12 aprile) e di Varese (1-3 maggio). Stop anche alla Regata europea di qualificazione olimpica e paralimpica di Varese (27-29 aprile) e alla gara finale di qualificazione paralimpica di Gavirate (8-10 maggio).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.