Canottieri Lario: «La valorizzazione dei giovani, un punto d’orgoglio»

Giorgia Pelacchi, Leo Bernasconi, Arianna Noseda, Fabrizio Santangelo

«L’ingresso di Jacopo Frigerio nelle Fiamme Gialle è per noi un punto d’orgoglio. Siamo felici di far crescere atleti che con il tesseramento nei corpi sportivi possono avere garanzie per il presente e anche per il loro futuro». Leonardo Bernasconi, presidente della Canottieri Lario, commenta così la recente notizia dell’arrivo di Frigerio nel gruppo che fa capo alla guardia di finanza.
Frigerio manterrà comunque il doppio tesseramento, una regola che è stata scritta da qualche anno come premio per le società che hanno valorizzato i ragazzi poi passati nelle sezioni di corpi militari e polizia.
«Jacopo ha avuto una crescita costante – commenta ancora Bernasconi – basata su lavoro e serietà. Queste sono le caratteristiche che gli hanno consentito di essere chiamato nel gruppo olimpico della Nazionale e poi di entrare nelle Fiamme Gialle. Una grande soddisfazione, al di là di un discorso puramente sportivo, per la persona, che da sempre per noi è ciò che più conta».
In questo momento, con Frigerio, sono quattro gli atleti della Lario condivisi con le società dello Stato.
Aisha Rocek, classe 1998, dal 2017 è entrata a far parte del Gruppo sportivo Carabinieri. La 22enne è capovoga del “Due senza femminile” che si è qualificato per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020, posticipati al 2021.
Due, invece, le atlete della Lario che sono entrate nelle Fiamme Rosse, la squadra dei vigili del fuoco: Giorgia Pelacchi (22 anni) e Arianna Noseda (23), già vincitrici di una lunga serie di titoli nazionali e internazionali.
Dall’inizio di quest’anno, dopo un lungo iter, l’ingresso nel sodalizio guidato da Fabrizio Santangelo, che nel marzo del 2019 era arrivato in città in visita da Roma – nella foto sopra – proprio per conoscere la realtà della Canottieri Lario ed aveva incontrato, oltre alle due atlete, lo stesso presidente Bernasconi, a cui aveva fatto i complimenti per l’organizzazione e la gestione societaria.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.