Cantù, il nuovo acquisto Pat Calathes: “Pronto per l’esordio nel derby”

«L’esordio nel derby? Mi piace l’idea di iniziare la mia esperienza a Cantù in una gara così sentita. Io ad Atene ho giocato quello tra Panathinaikos e Olympiakos e so cosa significa per i tifosi». Pat Calathes, classe 1985, lungo statunitense di cittadinanza greca, si presenta così ai suoi nuovi tifosi.
Ieri la presentazione dell’ultimo acquisto della Pallacanestro Cantù, che farà dunque il suo esordio lunedì sera al PalaDesio, nella partita tra la Forst – così sarà ribattezzata la squadra brianzola – e l’Armani Milano.
Un giocatore che Kiril Bolshakov, tecnico di Cantù, ben conosce, visto che lo ha trovato come avversario quando Calathes militava nella formazione kazaka dell’Astana. «Pat è un elemento che ci può dare molte opportunità – spiega il coach – visto che può giocare da 3, da 4 e da 5. È un atleta di valore che, con la sua capacità di giocare in vari ruoli, va a completare il nostro roster, che aveva bisogno di questo innesto, che ci consente di avere meno problemi di intensità ed energia».
«Conosco la storia di Cantù – tiene a sottolineare Calathes – e so che qui il basket è molto sentito. Apprezzo l’organizzazione di questo club e coach Bolshakov, che ho affrontato come avversario. Sono pronto a scendere in campo, mi sento al 100% e sono a disposizione per la gara di lunedì. So che la mia nuova squadra sta andando bene, ha vinto quattro delle ultime cinque sfide. So anche che con il mio acquisto si punta a migliorare ulteriormente: sento questa responsabilità, ma sono sicuro che potremo fare bene».
«Conosco alcuni compagni di squadra e so che sono elementi di qualità – aggiunge Pat, che avrà la maglia numero 12 – Penso a JaJuan Johnson, Tremmel Darden, Craig Callahan e Zabian Dowdell. Il mio obiettivo, con loro e con tutti gli altri, è di regalare soddisfazioni ai nostri tifosi, a partire dal derby di lunedì con Milano. Per me è grandioso iniziare con un match così sentito e importante».

Articoli correlati