Cantù batte Pistoia e conquista la matematica salvezza
Sport

Cantù batte Pistoia e conquista la matematica salvezza

JaJuan Johnson, autore del canestro decisivo

Basket: per la Mia Cantù è salvezza matematica. Anche l’anno prossimo, dunque, la squadra brianzola parteciperà alla massima serie della pallacanestro tricolore. La certezza è arrivata con il successo nella gara di sabato sera al PalaDesio, vinta dai brianzoli (73-71 il finale) contro Pistoia. Una partita giocata sempre punto a punto, con i padroni di casa che nel finale hanno trovato il guizzo decisivo con una canestro di JaJuan Johnson a fil di sirena. I toscani di coach Vincenzo Esposito hanno fatto soffrire non poco la Mia, che però nel momento decisivo ha saputo farsi valere. A tre giornate dalla fine, dunque, non ci sarà bisogno di fare troppe tabelle. La salvezza è matematica e i playoff impossibili da raggiungere. Per la squadra ora si tratta di onorare le tre gare che mancano al termine della stagione. Per l’allenatore e la dirigenza è già il momento di pianificare il futuro.

“Non voglio essere fatalista – ha detto al termine coach Carlo Recalcati ma probabilmente era scritto che dovessimo raggiungere la salvezza soffrendo così come Cantù ha sofferto tutta questa stagione. Questo  è un risultato molto importante e vorrei sottolinearlo. Potrebbe sembrare riduttivo per Cantù parlare di salvezza. Però credo che se ognuno di voi ripensasse a quello che è successo in questo campionato, converrebbe con me che è un grande traguardo”.

La gioia dei brianzoli a fine partita

In sala stampa Recalcati ha poi lasciato la parola al suo vice Marco Sodini. “Ringrazio Carlo che non ha bisogno di arrogarsi i meriti di questa salvezza perché sono evidenti. Il suo arrivo ha portato un cambiamento e anche un orizzonte differente per il futuro. Se stasera avessimo perso, ci saremmo trovati ancora più impelagati nella lotta per non retrocedere. Io sono il portavoce di un gruppo di persone che non ha mai mollato. Che ha avuto sicuramente dei limiti sul campo, ma non ha mai fatto mancare l’impegno”.

Una fase dell’incontro disputato al PalaDesio

“Abbiamo disputato  una buona partita  – ha detto dal canto suo Vincenzo Esposito, tecnico di Pistoia  – Peccato che non siamo riusciti mai a creare un divario più consistente, se si eccettua quello di inizio match. Quando abbiamo avuto l’occasione di allungare abbiamo sbagliato dei tiri aperti o compiuto delle scelte affrettate che hanno consentito a Cantù di avere i possessi per riagganciarci e poi superarci. Sono comunque soddisfatto della prestazione dei miei ragazzi perché è stata una delle migliori partite per atteggiamento e scelte tecniche che abbiamo giocato in trasferta. Peccato per i particolari che ci sono costati la vittoria”.

Esposito ha poi concluso: “Mi fa comunque piacere che Cantù abbia conquistato la salvezza. E’ una piazza storica del campionato italiano ed è bello sapere che anche l’anno prossimo sarà in serie A”.

 

16 aprile 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto