Cantù battuta ad Avellino. Il monito di Recalcati: «La salvezza non è ancora raggiunta»

Pallone da basket

La Mia Cantù ha lottato fino all’ultimo, ma alla fine la Sidigas Avellino di coach Stefano Sacripanti ha avuto la meglio. In terra irpina i padroni di casa si sono imposti con il punteggio di 92-86. In classifica, quando mancano quattro turni alla fine, i brianzoli rimangono con sei punti di vantaggio rispetto all’ultima, Cremona, bloccata in casa dalla Germani Brescia (80-86). Nel prossimo turno, il 15 aprile alle 20.30, la Mia attende Pistoia al PalaDesio con un chiaro obiettivo: vincere per archiviare matematicamente la pratica-salvezza, con la Vanoli impegnata sul campo di Avellino.

“Mi dispiace molto per questa sconfitta, perché abbiamo dimostrato che potevamo giocarcela alla pari – ha commentato alla fine coach Carlo Recalcati – Non abbiamo ancora raggiunto il nostro traguardo  e non dobbiamo certo pensare di avercela fatta. Mancano quattro partite e ognuna di esse deve rappresentare per noi una sfida importante e decisiva”.

Articoli correlati