Cantù dei primati

alt

Brianzoli sempre ai vertici in Italia e in Eurocup

Primato in Eurocup, primato in campionato, imbattibilità casalinga e una crescita costante. Quanti motivi per sorridere in casa della Pallacanestro Cantù dopo la bella vittoria ottenuta al Pianella domenica contro l’ambiziosa Sidigas Avellino domata per 74-67, la nona su dieci gare ufficiali.
Sorride e si gode questo momento magico la first lady biancoblù Anna Cremascoli, da poco insignita del prestigioso Premio Reverberi come personaggio dell’anno 2013: «Siamo contenti di essere lassù

sia in Italia che in Europa – dice il numero uno – Diciamolo pure, stiamo andando anche oltre le più rosee aspettative. Ma l’appetito vien mangiando quindi speriamo di continuare».
La concorrenza, però, non manca e anche domenica non è stato affatto facile domare i lupi di Avellino. «È stata una gara difficile, complicatasi all’inizio per le nostre basse percentuali al tiro e per il valore dell’avversario – ammette Anna Cremascoli – Quel che mi è piaciuto di più è stato lo spirito della squadra che non ha mai mollato, non si è disunita ma ha saputo reagire nella seconda parte del match ed è cresciuta meritando la vittoria».
Il primato in campionato piace ma non dà alla testa. «Siamo soltanto all’inizio e la stagione è lunghissima – ammette la first lady – Certamente ci fa piacere essere lì e faremo tutto il possibile per restarci a lungo, anche se sappiamo che la concorrenza non manca. Anzi, mai come quest’anno il campionato è equilibrato, bello e aperto: tutte le partite sono da giocare fino in fondo, con chiunque».
Piedi per terra, quindi, ma soddisfazione a mille perché dopo dieci partite ufficiali il primo bilancio in casa biancoblù non può che essere più che buono. «Sicuramente – conferma il primo dirigente canturino – il bilancio di questa prima parte è largamente positivo ma è troppo presto per fare previsioni di ogni tipo, sia in campionato che in Coppa».
In Eurocup, però, il primo obiettivo è ormai nel mirino: il primato solitario dall’alto di quattro vittorie di fila fa ben sperare e domani si potrebbe chiudere l’andata con l’enplain in casa del fanalino di coda Cibona Zagabria, ancora a secco di punti. «Usiamo il condizionale sia per quanto riguarda la qualificazione che per il primato finchè la matematica non ci dà la certezza – ribatte Cremascoli – Inutile negare che le quattro vittorie ci hanno avvicinato al nostro primo obiettivo stagionale, ma la prudenza non è mai troppa. Sincermente non pensavo di ritrovarmi in un girone come il nostro, così equilibrato, sul 4-0 dopo le prime quattro partite: ma adesso, già che ci siamo, andiamo a Zagabria per centrare la quinta vittoria. Chiudere imbattuti l’andata ci avvicinerebbe alla seconda fase e allora si potrebbe anche pensare a chiudere al primo posto».
Cremascoli gongola anche perchè vede i progressi della sua creatura. «Questa squadra piace non solo a me, ma soprattutto continua a crescere e lo dimostrano i risultati e il gioco. Una formazione che ha un anima, un gruppo e che ha ancora ampi margini di miglioramento. Come non si fa ad essere contenti e ottimisti guardando al futuro?».
Chi crede nella crescita di Cantù è anche Pietro Aradori, rientrato a tempo pieno dopo l’infortunio alla caviglia: per lui domenica 25’ e 11 punti. «Sono soddisfatto del mio rientro – sostiene – Sto sempre meglio e penso di aver dato il mio contributo. Del resto c’è bisogno di tutti nella nostra squadra. Contro Avellino non è stato facile ma nessuna partita è mai scontata soprattutto contro avversari così tosti».
«Abbiamo commesso qualche errore, soprattutto in attacco, ma quando si vince va tutto bene per il morale e la classifica. Stiamo migliorando – prosegue sorridente lo “squalo” – ma possiamo crescere ancora specialmente nel gioco offensivo e nella circolazione di palla. Penso che già domani a Zagabria avremo l’occasione di migliorare ancora. L’importante è stare sempre uniti, lavorare insieme anche quando si commettono errori: dobbiamo andare avanti così».

Ancrea Piccinelli

Nella foto:
Maarten Leunen in azione durante la gara di Eurocup contro i tedeschi dell’Artland. Nella competizione continentale, i brianzoli hanno sempre vinto e domani sono attesi dalla trasferta a Zagabria con il Cibona

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.