Cantù ha rialzato la testa: «Vittoria che porta fiducia»

Cantù Trieste

La luce alla fine del tunnel. Una vittoria che ha portato serenità in casa della Pallacanestro Cantù, dopo una lunga serie di sconfitte e l’annullamento del successo con Roma.
Dopo il ritiro della Virtus, sono state infatti escluse le gare giocate dalla squadra della capitale, con l’Acqua S.Bernardo che si è ritrovata fanalino di coda alla pari con Trieste e Fortitudo Bologna.
Il recupero infrasettimanale, proprio contro Trieste, ha portato una vittoria che vale doppio, contro una diretta concorrente e perché, in contemporanea, la stessa Fortitudo è stata superata a Reggio Emilia.
Cantù, quindi, non è più fanalino di coda e per il morale questo conta, anche se il cammino verso la salvezza è ancora lungo. Ma nel guardare la graduatoria e vedere i brianzoli a 6 punti alla pari con Varese, c’è un pizzico di apprensione in meno. E ora la squadra è chiamata a una conferma nel derby di domenica contro la Germani Brescia, che ha soltanto una vittoria in più rispetto all’Acqua S.Bernardo. Una formazione che ha da poco sostituito l’allenatore, con Maurizio Buscaglia che è stato chiamato al posto di Vincenzo Esposito.
Con i canturini ci sarà l’esordio del nuovo acquisto, il centro britannico Kavell Bigby-Williams. Anche se non ha giocato, il suo arrivo ha già portato un primo effetto tonificante. L’uomo che più rischia di essere congedato per fargli spazio, Sha’markus Kennedy, l’altra sera con Trieste è stato il più brillante della sua formazione: migliore marcatore con 21 punti e vicino persino, grazie a 11 rimbalzi e 7 stoppate, a una clamorosa tripla doppia. L’ingaggio, dunque, ha fatto effetto sullo statunitense. La decisione definitiva della società sarà comunque presa quando si sarà completamente ristabilito l’altro statunitense per ora fuori causa, il play Jaime Smith.
«A una squadra giovane come quella che ho l’onore di allenare servono certezze, che può dare un allenatore, e fiducia, che solo una vittoria può dare; per migliorare, invece, servono gli allenamenti» ha detto il tecnico dell’Acqua S.Bernardo Cesare Pancotto, che poi ha aggiunto: «Le sconfitte maturate hanno fatto crescere in noi una attenzione particolare, che definirei per certi versi positiva, per la voglia di dimostrare il nostro valore. Nonostante la nostra ultima avversaria, Trieste, fosse di grande rispetto, la mia squadra ha saputo disputare una partita ricca di contenuti e di grande qualità: ho apprezzato l’interpretazione che i miei ragazzi hanno dato a questo match».
Dopo la sfida con Brescia Cantù sarà ospite di Reggio Emilia. La partita è stata anticipata a sabato 26 dicembre, Santo Stefano, con inizio alle 20.30.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.