Cantù insaziabile. «Sotto con Varese»

Basket maschile – Dopo aver strapazzato Milano, la Bennet venerdì torna in campo in un nuovo derby. Oggi, intanto, c’è il sorteggio per le Top 16 di Eurolega
Stritolare, dominare, strapazzare: alcuni dei verbi che hanno accompagnato sulla carta stampata e sul web la vittoria perfetta ottenuta dalla Bennet Cantù nel giorno di Santo Stefano a spese di Milano. Un vittoria che, come ha sottolineato con orgoglio coach Andrea Trinchieri, sarà ricordata a lungo perché realizzata al termine della partita «perfetta» giocata dal team biancoblù che non ha fatto sconti.
Una vittoria festeggiata come non capitava da tempo nello spogliatoio canturino: lo

conferma anche uno dei tanti protagonisti Manuchar Markoishvili, top scorer con 17 punti. «Siamo contenti perché era da tempo che aspettavamo una partita così in campionato – dice – penso sia stata la nostra migliore gara finora».
Manuchar, però, cerca di frenare il naturale entusiasmo che si è diffuso in tutta la Brianza o di chi etichetta Cantù come vera rivale di Siena, più di milano: «Alt – ammonisce – Aspettiamo a dire che siamo l’anti-Siena: è ancora troppo presto. Godiamoci questa bella vittoria ma possiamo ancora migliorare». Perché giocare meglio di così si può? «Secondo me possiamo ancora crescere – sostiene Markoishvili – Ecco perché adesso dobbiamo concentrarci solo sulle prossime partite: il nostro obiettivo ora è conquistare l’accesso alle Final Eight di Coppa Italia e nella posizione migliore, quindi niente distrazioni».
Già, venerdì sera infatti è in programma la prossima tappa per la Bennet: il derby di fine anno a Masnago contro la Cimberio Varese di Carlo Recalcati: «Un’altra gara difficile e sono certo che sarà anche diversa da quella vinta lunedì – sostiene ancora il georgiano – Contro Milano abbiamo preso in mano la partita subito, non possiamo pensare che sarà facile ripetersi a Varese. Ecco perché serviranno ancora più energia e concentrazione».
Una Bennet formato Eurolega, quindi, anche a Varese aspettando i sorteggi delle Top 16 in programma oggi a Barcellona (ore 13). «Sono sincero, adesso non voglio più pensare all’Eurolega fino al 18 gennaio quando inizieranno le Top 16 – conclude il georgiano – Per il momento non ci interessa contro chi giocheremo perché a questo punto esistono solo il campionato e le ultime gare del girone d’andata».
Chi, invece, oggi vola a Barcellona per presenziare al sorteggio di Eurolega è la presidentessa Anna Cremascoli, che prima di sbilanciarsi sui possibili abbinamenti nelle Top 16 vuole tornare sul grande derby vinto contro Milano. «Semplicemente la partita perfetta che il giorno dopo è ancora più bella da rivivere – spiega – Sono convinta che questa gara abbia permesso per la prima volta a tutto il gruppo di prendere coscienza della nostra forza. Una vittoria fantastica, ottenuta senza mai concedere nulla a Milano e che ci darà la spinta per il futuro. Ha ragione il nostro coach quando dice che l’Eurolega ci ha forse tolto qualche punto in campionato, ma ci ha dato una durezza che ci permetterà di recuperare in fretta ed essere ancora più forti».
La first lady sposta il tiro quindi sulle Top 16 e prova a leggere la sfera di cristallo: «Premesso che ora le avversarie sono tutte fortissime – dice – non nascondo che mi piacerebbe affrontare per quanto riguarda la prima fascia l’inarrivabile Barcellona, quindi mi solletica l’affascinante abbinamento con il Maccabi, avversario storico di Cantù, proprio per rinverdire antiche sfide. Poi, dalla quarta fascia, vorrei pescare lo Zalgiris Kaunas visto che l’alternativa, il Galatasaray, l’abbiamo già affrontato lo scorso anno in Eurocup». Un bel girone non c’è che dire: data Barcellona come favorita inarrivabile, la Bennet con chi si giocherebbe il secondo pass per gli ottavi? «Penso proprio con il Maccabi ma sarà una bella lotta – conclude Anna Cremascoli – perché il bello inizia adesso e noi siamo pronti a divertirci».

Andrea Piccinelli

Nella foto:
Manuchar Markoishvili in azione contro Milano. Una partita in cui il georgiano è stato tra i migliori del team canturino

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.