Cantù, le priorità di Arosio: «Sicurezza e viabilità i temi fondamentali»

La festa di Edgardo Arosio dopo l’elezione

Oggi  Edgardo Arosio, neo eletto sindaco di Cantù farà il suo ingresso in Comune per l’insediamento ufficiale. Dopo il vittorioso ballottaggio, si apre dunque un quinquennio di lavoro. Inevitabile domandargli da dove partirà. «Innanzitutto si dovrà intervenire sul fronte sicurezza – spiega Edgardo Arosio – Andranno messi alcuni paletti facendo un lavoro di squadra tra polizia locale e forze dell’ordine». Senza dimenticare il «controllo sul capannone di via Milano e sull’ipotesi moschea – aggiunge il sindaco – Aspettiamo a tal riguardo i verbali della forze di polizia che ci serviranno per comprendere meglio la situazione».
Altro tema caldo: i conti e il bilancio della macchina comunale. In tale campo il suo predecessore Claudio Bizzozero rivendica come «il lavoro fatto sul bilancio sia stato molto prezioso. Ha portato a una riduzione del debito e se si proseguisse con i ritmi dei 5 anni passati, nei prossimi 10 si azzererebbe il debito, liberando così soldi da usare per opere e servizi. Si parla di 3,5 milioni di euro all’anno. Inoltre il consiglio sarebbe quello di proseguire con l’opera di contenimento delle spese eccessive e inutili».
Questo il “suggerimento” del predecessore. «Purtroppo dal 2012 con i vincoli di bilancio i Comuni hanno avuto limitazioni. Un tempo un sindaco bravo era quello che faceva le opere, oggi è il buon padre di famiglia che amministra in maniera saggia le risorse limitate – spiega Edgardo Arosio – Sarà invece decisivo intervenire sulla riduzione delle spese correnti e ridurre gli sprechi».
Infine un ultimo riferimento anche a un altro tema in agenda su cui si interverrà quanto prima. «Saremo rapidi nel verificare criticità della viabilità, così da poter eseguire interventi opportuni. Questo perchè la mobilità rappresenta un nodo fondamentale per un centro come Cantù e per il territorio», conclude il sindaco.

Articoli correlati