Cantù lotta ma non riesce a vincere. A Desio Sassari conquista i due punti

Cantù Sassari

Alla Pallacanestro Cantù non è riuscita l’impresa. Privi di capitan Ike Udanoh per una forte reazione allergica che gli ha impedito di scendere in campo, i brianzoli hanno accarezzato la vittoria contro Sassari, salvo poi doversi arrendere sul più bello, proprio negli istanti finali di gara. Nell’ultima partita del girone di andata – valida per il quindicesimo turno di serie A di basket – l’Acqua San Bernardo prima ha rimontato uno svantaggio consistente nel corso del secondo quarto, poi ha condotto più volte sia nel terzo che nel quarto periodo, ma alla fine non è riuscita a strappare i due punti, con Sassari che negli istanti conclusivi ha consolidato il vantaggio: la terza vittoria consecutiva è sfumata. Il finale: 88-97 per gli ospiti. Prossimo incontro, sabato 19 gennaio, ancora a Desio, contro Avellino.

«Per noi è stata una partita difficile in difesa ha detto alla fine coach Evgeny Pashutin – Abbiamo subito 97 punti e questo, ad essere sincero, mi dà parecchio fastidio. Per come ragiono io, per la mia filosofia, 97 punti sono troppi».

«Nella sconfitta sono molto felice per la prestazione di La Torre, bravo a contestare ogni tiro con le braccia molto alte – ha aggiunto l’allenatore – Abbiamo provato a combattere con Mitchell e Jefferson, che hanno giocato una buonissima partita, ma con i problemi di falli di Gaines e Blakes tutto si è complicato. Ci siamo, dunque, affidati a Mitchell che sentiva particolarmente la gara, facendoci trascinare dal suo entusiasmo».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.