Cantù, manca un “lungo” per chiudere il mercato

alt A una settimana dal ritiro
E intanto il baby Luca Cesana è a un passo dal podio europeo Under 16

(a.p.) Ultima settimana di vacanze per la Pallacanestro Cantù. Domenica 25 agosto si radunerà all’Ngc Arena per iniziare la nuova stagione targato Stefano Sacripanti.
Intanto gli uomini mercato del club brianzolo sono ancora al lavoro per completare il roster 2013/14 visto che dopo le conferme di Aradori, Leunen, Cusin, Abass Awudu e Ragland, gli innesti di Jenkins, Uter, Gentile e Rullo, si cerca l’ultimo tassello per completare il mosaico biancoblù.
Sfumato nei giorni scorsi

Nick Minnerath il forte rookie bianco di 206 cm che ha ceduto alle lusinghe dei Los Angeles Lakers preferendo firmare un contratto mensile piuttosto che trasferirsi in Italia, ecco che il tandem Della Fiori-Sacripanti sta sondando il mercato e una lista di candidati che potrebbe riservare sorprese. Il club canturino non sembra avere fretta e aspetta che qualche giocatore abbassi le richieste per sferrare l’offerta giusta e strapparlo alla concorrenza. Una tattica che non permetterà probabilmente di avere l’ultimo elemento a Cantù prima del raduno. Il 25 agosto mancheranno pure gli azzurri Aradori e Cusin impegnati con la nazionale in vista degli Europei.
“Work in progress” quindi in casa biancoblù anche se in cima alla lista dei desideri compaiono due giovani “prospetti” statunitensi molto interessanti e mai visti sui palcoscenici italiani. Il primo è Edward Daniel un “quattro” di 201 cm per 103 kg, nato in Alabama 23 anni fa, cresciuto alla Woodlown High School per poi consacrarsi all’università di Murray State Races dove è stato una delle stelle uscendo nell’ultima stagione con oltre 13 punti e 10 rimbalzi di media a partita. Un biglietto da vista non male per un rookie atletico che può giocare anche vicino a canestro.
Un “quattro” più perimetrale è invece il connazionale Carleton Scott, texano nato a San Antonio 25 anni fa e cresciuto cestisticamente alla James Madison High School prima di esplodere nella prestigiosa università di Notre Dame.
Nell’ultima stagione Scott ha giocato nella D-League americana e ora potrebbe tentare il grande salto in Europa. E mentre si aspettano notizie dal mercato per la prossima settimana, buone nuove in casa canturina sono arrivate dall’Ucraina dove ieri sera Luca Cesana, il giovane cestista nato a Erba e punto di forza del vivaio della Pallacanestro Cantù, si è qualificato con l’Italia Under 16 per le semifinali del campionato europeo di categoria in corso a Kiev. Ieri infatti l’Italia di Cesana ha compiuto l’impresa di battere nei quarti la Turchia per 82-73 e stasera alle ore 20 sfiderà la quotata Spagna per il podio.
Una vittoria storica e doppiamente importante quella di ieri per l’Italia e per il 15enne canturino perché ha permesso di staccare già il biglietto per partecipare ai campionati del mondo che si disputeranno nel 2014 a Dubai.
Un nuovo risultato prestigioso per il vivaio del Progetto Giovani Cantù che dopo l’oro europeo conquistato nel mese scorso da Abass Awudu con l’Italia Under20 allenata da Sacripanti, ora si ritrova a fare il tifo per il baby Cesana con la speranza di un altro podio.

Nella foto:
A sinistra, una schiacciata di Edward Daniel, 23enne americano che interessa a Cantù. A destra, l’altro oggetto dei desideri per completare la rosa, il 25enne Carleton Scott, texano nato a San Antonio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.