Cantù, morale altissimo. Smith: «Sempre più forti nelle fasi delicate delle gare»

Jaime Smith con coach Marco Sodini

Sesto posto in classifica e ora la grande attesa per il derby di domenica prossima a Desio contro l’Armani Milano.
È una Pallacanestro Cantù con il morale altissimo, dopo la vittoria di sabato sera a Bologna (83-88), quella che si prepara alla sfida più attesa dell’anno: al di là dello storico valore del derby, il match contro l’Olimpia ha grande valenza nella volata per un posto nei playoff.
«A Bologna, contro la Virtus, abbiamo ottenuto una vittoria molto importante – commenta il play Jaime Smith – Sembra che la nostra squadra si stia dimostrando sempre più forte nei momenti delicati, dove prima magari ci facevamo prendere un po’ nel panico».
«Nei minuti finali, quando c’è da vincere la partita, ci dimostriamo sempre più concentrati e lucidi nel raggiungere il nostro obiettivo – aggiunge il 29enne americano – So che per i nostri avversari siamo una compagine imprevedibile e pazza: ma contro l’Olimpia Milano dobbiamo cercare di avere anche equilibrio perché affrontiamo una grande squadra».
Smith si sofferma sulla sua prestazione nella partita di Bologna. «La mia performance? Devo dire che mi sono principalmente focalizzato sul gioco di squadra, cercando di coinvolgere il più possibile i miei compagni. Il risultato penso si sia visto con i miei 8 assist finali, ma è stato un caso, non ho pensato alle cifre personali, soltanto al bene della squadra. Sono felice di poter aiutare la mia squadra quando c’è un momento di difficoltà, forse è per questo motivo che ho segnato 9 punti nell’ultimo quarto contro la Virtus, nel rush finale sentivo di dover dare qualcosa di più».
La prevendita per la gara con Milano è partita molto bene. Nella giornata di ieri, infatti, è stata superata quota 1.700.
Peraltro, per chi volesse acquistare il biglietto domenica al PalaDesio, la biglietteria aprirà in anticipo rispetto al solito, alle 17.15, due ore prima del match: una mossa della società brianzola per evitare che si formino lunghe code.
M.Mos.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.