Cantù per il primato

Basket maschile – Ultimo turno di Eurolega. Oggi, alle 20, la Bennet affronta a Desio il Fenerbahce. I brianzoli puntano al successo in attesa dei risultati delle altre gare
«Difficile sì, ma non impossibile». Ultimo impegno prenatalizio per la Bennet Cantù che oggi, al Paladesio (ore 20), ospita il Fenerbahce Ulker nel match di chiusura della stagione regolare di Eurolega. L’obiettivo è di provare il colpo grosso: centrare il primo posto del girone per evitare, nella seconda fase, le corazzate Cska Mosca e Barcellona. Un traguardo ambizioso e difficile, ma ancora matematicamente possibile, anche se alla squadra di coach Andrea Trinchieri servirà non solo

battere stasera il Fenerbahce, ma anche sperare nel contemporaneo ko di Olympiakos a Nancy e del Caja Laboral Vitoria nel derby basco a Bilbao. Proprio quest’ultima partita rappresenta il crocevia di tutti i giochi del girone, perchè non solo sancirà la qualificazione della squadra vincente di questo autentico spareggio spagnolo, ma definirà anche la griglia finale delle prime quattro classificate alle Top 16, come ammette coach Andrea Trinchieri: «I giochi nel nostro girone sono ancora molto aperti sulla tavola, ma è certo che molto dipenderà dalla sfida di Bilbao».
La Bennet può oscillare tra il primo e il quarto posto: Cantù finirebbe sicuramente prima, nel caso in cui vincessero tutte le squadre che oggi giocano in casa (Nancy e Bilbao); seconda, invece, se oltre a Cantù vincessero anche Nancy e Vitoria oppure Olympiakos e Bilbao. Un solo caso prevede il terzo posto: Cantù sconfitta e con lei anche Nancy e Caja Laboral. In tutti gli altri casi, con una sconfitta odierna, la Bennet chiuderebbe quarta.
«Vogliamo vincere contro il Fenerbahce – sottolinea il presidente canturino Anna Cremascoli – per mantenere imbattuto il nostro campo e perché questo potrebbe essere un fattore importante nel prosieguo del nostro cammino europeo».
Propositi condivisi anche dallo spogliatoio biancoblù, dove si vuole vincere per riscattare la sconfitta di domenica a Casale, come aggiunge il vice coach Lele Molin: «Non vogliamo guardare gli altri risultati, ma pensiamo solo a vincere la gara di questa sera per rispetto dei tifosi e del lavoro fatto fino ad oggi». Ma battere il Fenerbahce non si presenta come un compito facile, visto che la squadra turca arriva a Desio con propositi agguerriti per staccare quella qualificazione che non è ancora certa e per bissare il successo ottenuto all’andata (dopo un supplementare) con il punteggio di 85-83.
Pressione, quindi, tutta sull’Ulker e questo potrebbe essere un vantaggio per la Bennet.
Per far saltare il fortino ancora inviolato del Paladesio, la squadra turca allenata da Neves Spaja si affida a una rosa priva della stella Turkan (infortunio), ma forte di elementi di talento come gli americani Gist e Jerrels, gli esterni croati Rako Ukic e Marko Tomas, ben supportati dalla guardia turca Onan, mentre sotto le plance agiscono i centimetri dell’ala-pivot Bogdanovic e del lungo sloveno Vidmar.
Mercoledì 28 dicembre, a Barcellona, si svolgeranno i sorteggi dei nuovi quattro gironi della Top 16 che poi prevederanno sei partite dal 18 gennaio al 1° marzo. Le prime due classificate di ogni girone accederanno ai quarti di finale al meglio delle cinque partite dal 21 marzo al 5 aprile. Le quattro vincenti si qualificheranno per le finali a quattro di Istanbul dall’11 al 13 maggio.
Classifica girone A: Bennet, Olympiakos, Caja Laboral, Fenerbache 10; Bilbao 8; Nancy 6.
Il programma dell’ultimo turno: giovedì 22, ore 20, Bennet-Fenerbahce, Bilbao-Caja Laboral e Nancy-Olympiakos.
Ortner saluta la Brianza
Intanto, con un comunicato scarno, Cantù ha reso noto di aver risolto il contratto con il centro austriaco Benjamin Ortner ringraziandolo per «l’impegno profuso negli ultimi due fantastici anni».

Andrea Piccinelli

Nella foto:
La Bennet Cantù stasera è chiamata a un successo contro una formazione tutt’altro che abbordabile: all’andata, infatti, il Fenerbahce conquistò il match dopo un overtime con il punteggio di 85-83

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.