Cantù, sarà Alice Galbiati a guidare la città fino alle prossime elezioni

Alice Galbiati

«Un gesto di responsabilità». Così il neo vicesindaco Alice Galbiati, da mercoledì sera subentrata al decaduto Edgardo Arosio alla guida di Cantù, ha definito la sua scelta.
«I cittadini ci hanno votato in larga maggioranza e mi è sembrato giusto mandare avanti il lavoro cominciato in questo periodo. Ecco perchè, dopo attenta riflessione, ho scelto di guidare la città fino alle prossime elezioni», dice Alice Galbiati. Come noto mercoledì sera si è consumato l’ultimo atto della vicenda che ha coinvolto il sindaco Edgardo Arosio per un caso di incompatibilità. Il fratello e la cognata infatti gestiscono un’impresa di pompe funebri che, prima che Arosio diventasse sindaco, aveva vinto un appalto a Cantù. La legge impedisce che il sindaco abbia un parente fino al secondo grado legato da un appalto al Municipio. La questione dell’incompatibilità era esplosa poco dopo che Arosio, l’estate scorsa, aveva vinto con ampio margine la tornata elettorale. Sindaco e Comune avevano tentato ogni strada pur di rimuovere la causa di incompatibilità. Ma l’appalto non poteva essere cancellato, tantomeno la legge che stabiliva l’incompatibilità. E così, dopo una serie di ricorsi e controricorsi davanti alla giustizia amministrativa, Arosio è stato dichiarato decaduto dalla carica di sindaco. «Sono pronta e per me è un onore potermi dedicare a questo incarico – ha detto Alice Galbiati in precedenza assessore all’Urbanistica e all’Ambiente – La parola d’ordine sarà continuità con quanto avviato dalla giunta fino ad oggi. Solo per fare un esempio, massima concentrazione sulla nuova caserma dei vigili del fuoco e sull’ambiente».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.