Sport

Cantù, stasera partono i playoff. «Vogliamo entrare nelle prime quattro»

alt Basket.   Alle 20.30 Vitasnella-Acea Roma
«Ci siamo, arriviamo al momento importante delle stagione e per noi questi quarti contro l’Acea Roma sono una vera finale». Insiste sul concetto che sta ripetendo da tempo Stefano Sacripanti, coach della Vitasnella che da questa sera apre i playoff ospitando, alla Mapooro Arena, la gara 1 (ore 20.30) dei quarti con Roma.
Coach Sacripanti. C’è tanta attesa per questi playoff.
«Si entra nella fase calda dell’anno. Ma essere qui non è un fatto normale o scontato, ricordiamoci il ridimensionamento estivo del club e tante scommesse che abbiamo scelto di fare come roster».

Dunque, qual è l’obiettivo di questa fase?
«A inizio stagione volevamo centrare i playoff; ora, il secondo traguardo è quello di provare a entrare nelle prime quattro».
Tra l’Acqua Vitasnella e la semifinale però c’è di mezzo l’Acea Roma.
«I playoff cancellano tutto. Roma è un avversario tosto, molto atletico con giocatori esperti di partite playoff quali Goss, Jones e Hosley. È una squadra di tutto rispetto che è partita con ambizioni e che ha fatto di tutto per chiudere al meglio possibile la regular season. Inoltre è una di quelle formazioni che ha vinto di più fuori casa e che sente meno il fattore campo».
Il Pianella quest’anno è inviolato, con 15 vittorie su 15 gare disputate.
«So che ci sono ancora biglietti a disposizione, ma spero in un Pianella esaurito e di vedere, oltre ai fedelissimi anche chi magari pensa di assistere solo dalla semifinale. Io dico che ora serve l’aiuto di tutti».
Come arriva l’Acqua Vitasnella a questo esordio nei playoff?
«Stiamo abbastanza bene, abbiamo recuperato Uter, Gentile e ci presentiamo al completo».
Cantù pronta quindi per la serie: prime due gare in casa, oggi e giovedì 22, quindi terza ed eventuale quarta nella capitale il 24 e 26, per poi tornare in Brianza in caso di bella il 28 maggio.
«Sinceramente pensiamo solo a gara 1: dopo nove giorni di stop è quella forse più importante e difficile per riprendere il ritmo. Dobbiamo pensare a giocare una partita alla volta ed essere bravi ad azzerare, subito dopo averla finita, emozioni, energie e fatiche».
Chi vince sfiderà in semifinale la vincente di Siena-Reggio Emilia. L’altra parte del tabellone, che gioca sempre un giorno in anticipo, propone Milano-Pistoia e Sassari-Brindisi.
«Penso che l’equilibrio pazzesco della regular season sarà confermato anche nei playoff, a cominciare dai quarti dove vedo tutte serie aperte. Milano parte favorita e occhio a Sassari, che si è rinforzata; ma tutte le partecipanti possono arrivare in fondo. Sinceramente ci interessa pensare solo a noi stessi e cominciare bene la sfida con Roma».
Una bella sfida, questa, per i suoi ragazzi.
«Il gruppo è cresciuto individualmente e come sistema di squadra, ma sappiamo di avere tanti giocatori alla prima esperienza di playoff come Rullo, Abass, Gentile, Buva ma anche gli stessi Uter e Jenkins. Ma, ripeto, a questo punto abbiamo un nuovo e unico obiettivo: entrare nelle prime quattro».

Andrea Piccinelli

Nella foto:
Al Forum di Milano
Cantù impegnata contro l’Armani, la squadra che ha terminato prima nella regular season 2013-2014
20 maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto