Cantù, stop casalingo. Brindisi vince dopo un tempo supplementare

Ragland Cantù Brindisi

Sconfitta interna per la Pallacanestro Cantù nella prima giornata di ritorno del campionato di serie A. Ieri a Desio, dopo un tempo supplementare, Brindisi si è imposta per 92-93.

«È stata la partita delle situazioni che, poi, hanno caratterizzato un po’ il risultato finale – ha detto alla fine Cesare Pancotto, allenatore di Cantù – Se devo guardare ciò che abbiamo fatto meno bene, allora penso alla difesa nel primo tempo e alle palle perse, sedici. Perché se poi guardiamo alle statistiche, fatta eccezione per il tiro da tre, è stata una partita di assoluto equilibrio. Abbiamo avuto cinque giocatori in doppia cifra, 49 rimbalzi a 33, 107 a 106 di valutazione, 65% per il tiro da due e 88% ai tiri liberi. Soprattutto, abbiamo difeso molto bene nel secondo tempo, togliendo quelli che erano i loro equilibri e abbassando notevolmente le loro percentuali. Abbiamo tenuto il tiro da due di Brindisi al 43% complessivo. Questo per dire che, poi, il tiro da tre è stato determinante oggi perché contro il nostro 19 % c’è stato un 40 % di Brindisi. Ora, quindi, ci rimbocchiamo le maniche e pensiamo alla prossima partita con decisione e determinazione. Sono orgoglioso del mio gruppo, stasera più che mai. Perché dei ragazzi che lottano fino alla fine e che giocano una partita come quella di oggi contro una squadra forte come Brindisi, con il migliore marcatore del campionato che è Banks, non possono che camminare a testa alta. Questo ho detto ai miei ragazzi al termine dell’incontro, che sono orgoglioso di loro e che devono camminare a testa alta».

Situazione sostanzialmente invariata in classifica. Cantù rimane all’ottavo posto alla pari con Varese e 16 punti. Le due lombarde sono state raggiunte da Trento che si è imposta (71-74 a Pistoia). Quasi tutte le altre formazioni alle spalle della S.Bernardo-Cinelandia sono state sconfitte. Reggio Emilia e Virtus Roma rimangono quindi bloccate a quota 14, Treviso a 12, Pistoia e Trieste a 10. Prima affermazione della stagione per il fanalino di coda Pesaro (77-80 in trasferta con la Fortitudo) e 2 punti per i marchigiani.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.