Cantù vince e spera ancora nella salvezza

Frank Gaines

Una vittoria fondamentale per continuare a sperare nella salvezza. A un passo dal baratro, la Pallacanestro Cantù ha rialzato la testa nel momento più delicato nella stagione, nella sfida che avrebbe potuto togliere ogni speranza di rimanere in A alla formazione brianzola.
E invece in una partita nervosa, combattuta fino all’ultimo secondo, l’Acqua S.Bernardo ha conquistato una preziosissima affermazione sul campo di Brescia: 69-74 il punteggio finale del derby lombardo.
L’epilogo, però, è stato ancora una volta da brividi per i brianzoli, che in vantaggio di 10 punti, nei minuti finali si sono fatti avvicinare e hanno risvegliato fantasmi del passato, quando hanno letteralmente gettato al vento vittorie che parevano acquisite. Ma, almeno in questa circostanza, le cose sono andate diversamente e, seppur con qualche affanno, alla fine il quintetto di Piero Bucchi ha potuto festeggiare.
Una Acqua S.Bernardo ancora viva, con l’americano Frank Gaines in luce dopo aver fallito, domenica scorsa, il canestro decisivo nell’incontro casalingo perso con Trento: per lo statunitense ben 28 punti.
In doppia cifra anche Jaime Smith (con 19) e Andrea Pecchia (11). Quest’ultimo è apparso in ripresa dopo una serie di prestazioni opache. Un buon segnale in una fase in cui serve il contributo di tutti per raggiungere l’obiettivo salvezza.
Un turno infrasettimanale realmente prolifico per Cantù, che, pur rimanendo ultima, ha raggiunto quota 8 successi e ha avvicinato le formazioni che si trovano a 9: la stessa Brescia, Reggio Emilia, che non ha giocato, Varese, battuta da Venezia e la Fortitudo Bologna, fermata da Cremona.
Alla fine del campionato mancano tre incontri e per i canturini, dopo il successo di ieri sera sul campo di Brescia, la gara di domenica contro Reggio Emilia di domenica prossima a Desio appare davvero come uno snodo fondamentale. Gli emiliani, rispetto all’Acqua S.Bernardo, come detto hanno soltanto una vittoria in più e all’andata sul loro campo sono stati oltretutto sconfitti dai brianzoli – allora allenati da coach Cesare Pancotto – che si erano imposti con dieci punti di vantaggio (68-78).
L’obiettivo, ora è puntare all’aggancio per poi giocarsi ogni possibilità nella volata finale. I canturini il 25 aprile saranno impegnati a Bologna con la Fortitudo, mentre nell’ultimo turno riceveranno a Desio Sassari, compagine che attualmente è al quinto posto in classifica, alla pari con Treviso.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.