Cronaca

Caos sulla Regina, i sindaci invocano l’intervento del prefetto

Il caso – Fiorenzo Bordoli: «Bisogna arrivare al più presto a una soluzione del problema». Francesco Dotti: «Il 15 giugno scenderemo in piazza»
Ieri mattina alcuni mezzi pesanti hanno bloccato il traffico per oltre due ore tra Sala e Ossuccio
Mattinata di autentico caos, ieri, sulla statale Regina. Alcuni mezzi pesanti si sono incastrati nel tratto di strada tra Ossuccio e Sala Comacina. In particolare, un pullman turistico italiano è rimasto bloccato all’altezza del cantiere di San Giacomo di Spurano, provocando a catena un gigantesco ingorgo.
Gli effetti del “blocco” involontario sono stati devastanti per il traffico. Dalle 9.15 alle 11.30 le auto si sono mosse a passo d’uomo. Oltre due ore di coda che ha esasperato gli animi
di molti automobilisti. «Bisogna arrivare al più presto a una soluzione del problema – ha commentato il sindaco di Sala Comacina, Fiorenzo Bordoli – Ormai siamo in un autentico pasticcio».
Quella di ieri, dice ancora Bordoli, «è stata una giornata da dimenticare. A causa del cantiere di Ossuccio alcuni pullman si sono incolonnati e i semafori hanno determinato la creazione di una coda lunghissima. Non so quale soluzione intenda adottare il prefetto – aggiunge il sindaco di Sala – ma certamente non possiamo continuare così».
L’ipotesi discussa nelle ultime settimane, lanciata dal sindaco di Argegno Francesco Dotti, è di istituire lungo la Regina un senso unico per i mezzi pesanti. «Tornerò a sollecitare il prefetto – dice adesso Dotti – in coda, oggi (ieri, ndr) ci sono finito anch’io. Dovevo essere in Tribunale a Menaggio alle 10 e sono arrivato con un’ora di ritardo. Senza una soluzione, il 15 giugno prossimo scenderemo in piazza. Mi rendo conto che il territorio vive di turismo – conclude Dotti – non vogliamo fermare i pullman. Ma così non si va avanti, c’è bisogno di rispettare anche la vita dei cittadini che abitano nel territorio».

5 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto