Gerosa, capitano della Libertas: «Ai playoff saremo una mina vagante»

alt

Pallavolo – Serie A maschile
Il giocatore della Libertas Cra è ottimista. «Senza problemi fisici potremo fare bene»

Periodo di feste e vacanze quello a cavallo fra dicembre e gennaio, ma per la pallavolo di serie A sono concetti che non si applicano. La Libertas Cassa Rurale Cantù, formazione di serie A2, ha potuto fare qualche giorno di riposo solo in virtù del fatto che le è capitata la domenica di riposo nel 13° turno di campionato, altrimenti la squadra di coach Massimo Della Rosa sarebbe anch’essa scesa in campo.
Uno stop forzato considerando che nel secondo torneo nazionale, non c’è più la

formazione di Avellino, che ha dato forfait per motivi economici. E così il girone ha un numero dispari di squadre con una che, ogni weekend, si deve per forza riposare. E il torneo non prevederà più retrocessioni.
Reduce dalla vittoria per 3-0 in trasferta contro il Brolo e dal derby contro Milano perso per 3-1, la Cassa Rurale è stabilmente a metà classifica, forte dei 12 punti conquistati fino ad oggi.
Umberto Gerosa, palleggiatore e capitano della compagine canturina fa il punto della situazione: «Per prima cosa bisogna dire che il ritiro di Avellino, con il conseguente azzeramento di tutte le retrocessioni, ha cambiato un po’ le prospettive di tutte quelle squadre che, come noi, miravano in primis alla salvezza» spiega.
«Abbiamo cambiato gli obiettivi, e ora si lavora per cercare di arrivare nella migliore posizione possibile in vista dei playoff – aggiunge capitan Gerosa – consapevoli del fatto che sarà la post-season a stabilire i veri valori del campionato».
Dopo un avvio di stagione brillantissimo, la squadra ha accusato un po’ il colpo della durezza della serie. «È vero – sostiene il giocatore – La nostra è stata una bellissima partenza di campionato, poi abbiamo avuto qualche problema fisico di troppo che ci ha portato a non esprimere al meglio il nostro gioco, da qui alcune brutte sconfitte che ci mettono in una posizione di classifica, a mio parere, che non rispecchia le nostre vere potenzialità».
La ripresa, per Cantù, sarà il 19 gennaio con la trasferta di Sora. «Ora, dopo questi giorni di sosta, speriamo di tornare tutti in piena forma – conclude Gerosa – per affrontare al meglio il ritorno e guadagnarci una bella posizione di partenza nella griglia dei playoff. Credo che, se gli infortuni non ci flagelleranno, potremmo essere una vera mina vagante per tutte le altre squadre».

Davide Cappelletti

Nella foto:
Il palleggiatore Umberto Gerosa, capitano della Libertas Cra Cantù (foto Milanta)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.