Capodanno in città: Como presa d’assalto. Serie di interventi per intossicazione etilica

altTanta voglia di fare festa e una città presa d’assalto da migliaia di persone. E’ stato un successo di pubblico il Capodanno in città, con la serie di iniziative che avevano il loro epicentro ai giardini a lago, con una serata all’insegna della musica, con il ballo che è andato avanti fino a notte inoltratata. Emozione e applausi per lo spettacolo di fuochi d’artificio che ha segnato il passaggio tra 2013 e 2014. Un po’ ovunque, poi, ci sono stati botti e persone che hanno voluto brindare in compagnia.

Trovare un posto per parcheggiare in centro non era facille, con l’invasione di vetture in convalle, con la zona di viale Battisti che è stata tutta occupata dalle vetture, tanti pargheggi selvaggi – per esempio nella zona del tribunale – e lunghe code per uscire da Como sulle principali strade. E subito, con la gente ancora in giro, è iniziato  l’intervento di pulizia delle nettezza urbana per ripulire le strade con tante bottiglie vuote e resti dei botti. Una festa in cui tutti hanno brindato, come detto, ma c’è anche chi ha esagerato. Il bollettino degli interventi di Areu – Agenzia regionale urgenze emergenze – nella notte di Capodanno  segnala soprattutto una serie di uscite a causa di malori per intossicazione etilica, ubriachezza portata al limite. Le segnalazioni arrivano da Como, Cantù e Tavernerio. 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.