Caporalato: sfruttamento di 100 lavoratori, 7 indagati

Sequestrata nel milanese azienda agricola del valore di 7.5 mln

(ANSA) – MILANO, 24 AGO – La Guardia di Finanza di Milano ha sequestrato un’azienda agricola a Cassina de’ Pecchi (Milano) del valore di 7 milioni e mezzo di euro nell’ambito di un’indagine sul caporalato nell’area della Martesana.Il decreto è stato eseguito dagli uomini della compagnia di Gorgonzola che hanno accertato un "sistematico sfruttamento illecito della manodopera agricola a danno di circa 100 lavoratori extracomunitari". Sono 7 le persone indagate per il reato di intermediazione illecita e sfruttamento della manodopera: 2 amministratori, 2 sorveglianti, 2 impiegati amministrativi e il consulente dell’azienda che predisponeva le buste paga. Dalle indagini, coordinate dal tribunale di Milano, sono emerse "anomalie nelle assunzioni e nelle retribuzioni dei dipendenti dell’azienda" e "gravi e perduranti violazioni delle norme che regolano l’impiego dei braccianti agricoli". I lavoratori erano costretti a turni di 9 ore dietro pagamento di 4,50 euro all’ora. Alla iniqua retribuzione si aggiungevano vessazioni durante il lavoro, il tutto sotto la minaccia costante del licenziamento. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.