Capotreno aggredita. In manette il 45enne: avrebbe picchiato un’altra dipendente di Trenord

Un convoglio di Trenord

L’uomo denunciato per l’aggressione, nei giorni scorsi, a una capotreno comasca di 25 anni è stato arrestato ieri mattina a Milano dagli agenti della polizia ferroviaria dopo che aveva picchiato un’altra dipendente di Trenord, una donna di 30 anni, soccorsa e portata in ospedale.
Venerdì scorso, la capotreno comasca di 25 anni era stata aggredita da un uomo al quale aveva chiesto di scendere dal treno perché non aveva il biglietto. La donna era stata colpita con calci e pugni mentre il treno entrava nella stazione di Seregno.
Il presunto responsabile, nelle ore successive, era stato identificato e denunciato grazie alle immagini delle telecamere di sorveglianza e alla descrizione della vittima e di una collega. L’uomo, un 45enne milanese, era stato denunciato a piede libero.
Ieri avrebbe però aggredito un’altra capotreno alla stazione di Milano Cadorna. La donna, 30 anni, è stata colpita quando il treno era ormai fermo e lei stava facendo un ultimo controllo. Il 45enne l’ha aggredita e poi ha provato a fuggire, ma è stato arrestato dagli agenti della Polfer.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.