Cappellini e Lanotte agli Europei. La medaglia d’oro nel mirino

alt Pattinaggio su ghiaccio
Da Zagabria, dove da oggi fino a sabato si disputeranno i Campionati europei di pattinaggio di figura su ghiaccio, potrebbe arrivare una medaglia “pesante” per la comasca Anna Cappellini che, assieme a Luca Lanotte, sarà in gara nella specialità della danza.
Anche se ormai è trascorso un anno, è ancora vivo e bruciante il ricordo della medaglia di bronzo sfumata per soli tre centesimi di punto sul ghiaccio di Sheffield durante l’edizione 2012 della competizione continentale.
Per la coppia lariano-milanese, recentemente confermatasi ai vertici della danza nazionale nel corso degli ultimi Assoluti disputati a Milano, la rassegna continentale che andrà in scena nella capitale croata sarà l’occasione opportuna per cancellare definitivamente questo spiacevole ricordo e per iscrivere il proprio nome nell’albo dei medagliati dei campionati europei della specialità.

Il ritiro dalla competizione continentale dei campioni in carica nonché favoriti per questa edizione, i francesi Nathalie Pechalat-Fabian Bourzat (infortunio per quest’ultimo a un muscolo della gamba destra), ha rimescolato tutte le carte in gioco scoprendo un tris di coppie favorite per la vittoria finale.
In prima linea ci sono i russi Elena Ilinykh-Nikita Katsalapov ed Ekaterina Bobrova-Dmitri Soloviev, con gli azzurri Anna Cappellini e Luca Lanotte, con ampie possibilità di salire sul podio.
Nel 2012 Bobrova-Soloviev conquistarono la medaglia d’argento mentre quella di bronzo andò a Ilinykh-Katsalapov con Anna e Luca attoniti ed amareggiati ai piedi del podio.
Tuttavia la prima parte di questa stagione sembra aver rovesciato le gerarchie, poiché la coppia italiana è andata a cogliere due importanti risultati: a fine ottobre, nella tappa nordamericana (Ontario, Canada) del Grand Prix, ha conquistato un eccellente secondo posto, risultato che ha replicato un mese dopo a Parigi, sempre nell’ambito del medesimo circuito agonistico.
Queste prestazioni hanno garantito alla coppia italiana la qualificazione alla finale del Grand Prix disputata a Sochi, in Russia, ad inizio dicembre e dove si sono classificati al quarto posto alle spalle degli statunitensi Davis-White, dei canadesi Virtue-Moir e dei francesi Pechalat-Bourzat, ma nettamente davanti alle coppie russe Bobrova-Soloviev e Ilinykh-Katsalapov che a Zagabria saranno, almeno sulla carta e nelle aspettative degli appassionati, i maggiori competitor degli italiani.
Ci sono quindi buone prospettive affinché la bacheca nazionale della danza possa arricchirsi di nuovi trofei: l’ultima medaglia appesa nella teca è quella d’argento conquistata da Federica Faiella e Massimo Scali a Tallin, in Estonia, nel 2010 mentre per l’oro bisogna risalire fino al 2001 (Bratislava, Slovacchia) con i mitici Barbara Fusar Poli e Maurizio Margaglio.
Purtroppo non farà parte della spedizione azzurra Francesca Rio che agli ultimi campionati italiani non ha offerto una prestazione convincente: l’ottavo posto della comasca nella classifica finale ha lasciato spazio a Roberta Rodeghiero che, con Valentina Marchei e Carolina Kostner, andrà a completare la squadra di artistico femminile.
Solo due invece i maschi in gara, il neocampione d’Italia Paul Bonifacio Parkinson e il cavalesano Paolo Bacchini, così come due sono le coppie di artistico iscritte dalla Federazione alla competizione continentale: Stefania Berton-Ondrej Hotarek e Nicole Della Monica-Matteo Guarise.

C.M.

Nella foto:
In Croazia
Anna Cappellini e Luca Lanotte da oggi sono in gara a Zagabria ai campionati europei di pattinaggio nella danza

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.