Cappellini, impegno Mondiale. Ma nel mirino ci sono i Giochi

alt

Figura su ghiaccio a Detroit
La lariana e Lanotte impegnati negli Usa per il Gran Prix 2013

Parte da Detroit, Michigan, il tour del Gran Prix 2013 di pattinaggio di figura su ghiaccio che dopo sei tappe si concluderà sulla pista di Fukuoka, in Giappone, dal 5 all’8 dicembre. Una kermesse che avrà tra i protagonisti assoluti la comasca Anna Cappellini, che gareggia in coppia con il milanese Luca Lanotte.
Nel Paese del Sol Levante, in occasione della finalissima, si contenderanno trofeo e dollari i sei migliori classificati delle specialità dell’artistico (donne, uomini e coppie)

e della danza. Oltre a quella degli Stati Uniti, che parte domani, andranno in scena, a cadenza settimanale, gli eventi di Canada, Cina, Giappone, Francia e Russia.
La trasferta statunitense, assegnata per sorteggio ad Anna Cappellini e Luca Lanotte, rappresenterà per i campioni italiani di danza su ghiaccio la prima uscita agonistica della nuova stagione.
Il previsto debutto all’Ondrej Nepela Memorial di Bratislava, in Slovacchia, nel primo fine settimana di ottobre, era infatti saltato a causa di un problema muscolare al collo patito da Luca Lanotte durante uno degli ultimi allenamenti sostenuti in Italia.
Nella finale della scorsa edizione del Gran Prix, Anna e Luca si classificarono al quarto posto dopo aver collezionato due medaglie d’argento nelle tappe canadesi e francesi: piazzamenti che sarà necessario quanto meno replicare per guadagnarsi i crediti utili all’accesso della finale 2013.
Sul ghiaccio della Joe Louis Arena di Detroit i nostri azzurri si troveranno a subire lo strapotere della coppia statunitense formata da Meryl Davis e Charlie White: due “grandi” della danza che nella scorsa stagione praticamente sono sempre saliti sul gradino più alto del podio nel corso delle gare cui hanno preso parte, quali Campionato nazionale, Campionato mondiale, Four Continents (resto del mondo escluso Europa), Gran Prix 2012.
In questa stagione i due americani sono già partiti alla grande mettendo le mani sull’Us International Figure Skating Classic di Salt Lake City.
Escludendo dunque, in questo momento, di poter competere con Davis e White, sarà necessario per la coppia italiana rintuzzare gli attacchi che presumibilmente arriveranno da Maia ed Alex Shibutani (altra coppia a stelle e strisce) e dai francesi Pernelle Carron e Lloyd Jones. L’obiettivo della coppia tricolore è infatti conquistare una preziosa medaglia d’argento.
Un medesimo piazzamento nella tappa di Tokyo (8-10 novembre) schiuderebbe ad Anna e Luca, senza ombra di dubbio, le porte della finalissima di Fukuoka.
Tuttavia, pur senza disconoscere l’importanza del Gran Prix, non si può ignorare come l’attenzione di appassionati ed atleti sia tutta rivolta alla seconda parte della stagione che sarà scandita dal succedersi di tre importanti eventi.
Si parte con i Campionati europei (Budapest, 13-19 gennaio); seguirà poi la gara clou, quella delle Olimpiadi (Sochi, 6-23 febbraio) e Campionati del mondo (Saitama, 24-30 marzo).
Detroit costituirà anche e soprattutto un banco di prova per valutare i nuovi programmi di gara (segmenti del musical “42nd Street” per il programma corto e l’ouverture del “Barbiere di Siviglia” di Rossini per la danza libera) preparati durante l’estate.
Assieme al risultato, per Cappellini e Lanotte sarà importante considerare come la giuria avrà accolto questi due nuovi programmi e procedere, eventualmente, a variazioni e limature che possano valorizzare appieno le evoluzioni sul ghiaccio dei nostri campioni.

Massimo Moscardi

Nella foto:
Anna Cappellini e Luca Lanotte: la coppia azzurra inizia domani la sua stagione agonistica che culminerà, all’inizio del prossimo anno con Europei, Olimpiadi e Mondiali

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.