Cappellini e Lanotte: nel mirino le Olimpiadi in Corea e i Mondiali al Forum
Sport

Cappellini e Lanotte: nel mirino le Olimpiadi in Corea e i Mondiali al Forum

«Il nostro obiettivo? L’eccellenza, emozionare e fare commuovere la gente». Anna Cappellini e Luca Lanotte guardano avanti, a quella che molto probabilmente sarà l’ultima stagione di una carriera agonistica densa di soddisfazioni.
L’occasione ieri a Milano, alla presentazione dei programmi sportivi dell’Agorà, lo stadio del ghiaccio di Milano, sede degli allenamenti della coppia azzurra, da anni protagonisti della danza nel pattinaggio su ghiaccio.
Nel loro curriculum un titolo mondiale (Saitama 2014), un oro europeo (Budapest 2014), uno alle Universiadi (Torino 2007), un argento (Ostrava 2017) e un bronzo (Zagabria 2013) continentali oltre agli scudetti tricolori di danza, ininterrottamente dal 2012 al 2017.
A Milano Anna e Luca hanno parlato a tutto campo con l’occhio al 2018, un anno in cui saranno chiamati a due impegni di altissimo livello, le Olimpiadi Invernali di Pyeongchang, in Corea del Sud e i Mondiali, in programma al Forum di Assago.

«Il nostro è uno sport scintillante, sempre sotto i riflettori – ha esordito Anna Cappellini, comasca nata nel 1987 – Ma alla base ci sono umiltà, lavoro, freddo, sudore, fatica e le sveglie all’alba. Ogni risultato si costruisce giorno per giorno. Con queste basi si possono fare grandi cose».
«Servono caparbietà e pazienza – ha aggiunto Luca Lanotte, milanese, classe 1985 – Non si deve pretendere di conquistare tutto e subito. Serve anche qualche schiaffone».
La prossima stagione sarà cruciale. «Certamente – sottolinea la coppia di danza, tesserata per le Fiamme Azzurre – Metteremo tutto per ottenere il migliore risultato possibile alle Olimpiadi e ai Campionati del Mondo. Siamo motivatissimi, noi e il team capitanato da Paola Mezzadri, che ci supporta nel lavoro quotidiano».
Una Paola Mezzadri che suona la carica: «Siamo decisamente agguerriti – ha sottolineato – Stiamo lavorando duramente con l’obiettivo di portare a casa risultati importanti».

L’estate ha registrato un cambiamento traumatico per Anna e Luca. Per questioni di cambio di gestione, Cappellini e Lanotte sono stati costretti ad abbandonare il Forum di Assago, dove si allenavano da 13 anni, e hanno trovato nuova casa all’Agorà. «Una situazione difficile – spiega la comasca – Per noi il Forum era la seconda casa e lì noi e il nostro team avevamo i nostri riferimenti. Abbiamo dovuto riorganizzare tutto».
Per la coppia azzurra del pattinaggio su ghiaccio il 2018 potrebbe essere l’ultimo anno di carriera agonistica. «Ma ragioneremo su questo argomento dopo Olimpiadi e Mondiali – spiegano Anna e Luca – per ora ci concentriamo sugli impegni che ci attendono, poi faremo le valutazioni del caso».
Sul fronte della preparazione i due azzurri sono fiduciosi. «L’estate, al di là della questione del cambio pista, è stata ottima. L’unico problema è stato un lieve infortunio a una mano di Anna che l’ha bloccata per una decina di giorni. Ma abbiamo raggiunto stabilità e motivazioni che non avevamo avuto in passato: ci sentiamo valorizzati e appagati».
Per la nuova stagione sono cambiati anche i programmi musicali: per il “corto” la musica sarà un latino-americano «fuori dagli schemi» dicono Lanotte e Cappellini. Mentre per il “libero” è stato scelto il tema del film di Roberto Benigni “La vita è bella”. «Si avvicina molto al nostro stile di interpretazione ed è un brano delicato, che rappresenta l’eccellenza dell’Italia nel mondo».
Anna e Luca tengono infine a sottolineare: «Il nostro obiettivo a Olimpiadi e Mondiali? Non vogliamo parlare di classifica. Il sogno è di raggiungere il nostro massimo, di sviluppare l’eccellenza, lasciare un segno. Noi abbiamo vinto un titolo iridato, ma forse siamo stati più felici a Helsinki 2017, quando, dopo il nostro programma con le musiche di Charlie Chaplin, abbiamo ricevuto una standing ovation in una gara Mondiale. Abbiamo capito di aver toccato il cuore delle persone».
Massimo Moscardi

 

 

 

20 settembre 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto