Intervento dei carabinieri per una rapina in centro, ma era un falso allarme

L’allarme è scattato nella mattinata di venerdì poco prima delle 11. In piazza Volta è arrivata, a tutta velocità, una gazzella dei Carabinieri a sirene spiegate. Subito dopo i militari, dopo aver sgomberato l’area, si sono diretti nel cortile interno dell’Albergo Firenze per verificare una segnalazione partita dalla gioielleria “Bravetti”.

Dopo altri cinque minuti in piazza Volta è arrivata un’altra auto dei Carabinieri e altri due militari sono subito entrati nel cortile. Alcuni clienti dell’hotel Firenze, di ritorno dallo shopping, sono stati fermati e fatti attendere alcuni minuti. Subito si è formata una piccola folla di curiosi, tenuta ovviamente a debita distanza.  Dopo tutte le verifiche del caso, come appurato dai militari, si è avuta la certezza di essere di fronte a un falso allarme, con il sistema interno al negozio che, in assenza dei responsabili, aveva segnalato qualcosa di anomalo. Dopo circa 20 minuti una delle persone impiegate nella gioielleria, assentatasi per alcuni minuti, di ritorno si è accorta del trambusto creatosi. I militari dell’Arma, dopo essersi fatti aprire il negozio e aver verificato quanto accaduto, sono rientrati in caserma.

Ulteriori particolari nel Corriere di Como in edicola sabato 8 marzo 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.