Carenza di camerieri, Erba: “Non è colpa del Reddito di Cittadinanza”

Raffaele Erba

Non si trovano camerieri e addetti alla ristorazione: secondo alcune correnti del centrodestra la colpa sarebbe del Reddito di Cittadinanza.
Una tesi assolutamente infondata come precisa Raffaele Erba, consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle:
“Assistiamo all’ennesima manipolazione del centrodestra che vuole solo alimentare scontri e tensioni per fini elettorali sulla carne viva di un settore già pesantemente colpito dalla crisi”.

“Questa accusa è assolutamente falsa e inaccettabile. Per come è stato strutturato, il Reddito di Cittadinanza prevede esplicitamente che chi rifiuta tre offerte di lavoro perde automaticamente il diritto al beneficio”.

“Considerando la grande ‘fame’ di personale in questi comparti, se davvero esistesse una forte domanda di lavoratori snobbata dai percettori del Reddito, chi non accetta il posto perderebbe subito il beneficio e quindi nel giro di poche settimane nessuno ne usufruirebbe più”.

“La causa non è pertanto questa ma si deve ricercare altrove. Il problema va affrontato seriamente perché il settore è già stato colpito duramente. Servono risposte rapide per consentirne la ripartenza, ma purtroppo constato che c’è 

chi invece preferisce buttare fumo negli occhi per vantaggio elettorale”.
“Trovo becera la strumentalizzazione di alcuni politici che non fanno altro che prendere in giro i ristoratori, i beneficiari del RdC e chi ha voluto uno strumento che si è rivelato fondamentale per evitare una carneficina sociale soprattutto dopo le enormi difficoltà vissute nell’anno della pandemia”, conclude Raffaele Erba.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.