Carenza di infermieri al Sant’Anna e a Cantù. Chiesti “rinforzi” alle cooperative esterne
Sanità, Territorio

Carenza di infermieri al Sant’Anna e a Cantù. Chiesti “rinforzi” alle cooperative esterne

Carenza di infermieri all’ospedale Sant’Anna e in altri presidi dell’Asst Lariana. Per poter garantire il corretto funzionamento di tutti i servizi offerti, l’Azienda socio sanitaria territoriale è così costretta a chiedere aiuto alle cooperative per reperire personale.
Già da tempo, a dire il vero, l’azienda si era affidata agli esterni e ora, per non ridurre le attività, i vertici aziendali hanno deciso di richiedere una presenza ancora maggiore da parte di operatori delle coop.
Il ricorso al personale esterno «è assolutamente necessario per mantenere il massimo delle attività possibili», scrivono nero su bianco i direttori dell’Azienda socio sanitaria territoriale Lariana.
Senza un aiuto esterno infatti, il personale dipendente non potrebbe garantire la copertura di tutte le esigenze degli ospedali e l’azienda dovrebbe ridurre i servizi offerti alla cittadinanza
Il supporto è stato necessario già in inverno, durante le settimane dell’emergenza influenza, quando sono stati messi a disposizione letti aggiuntivi per far fronte al picco di ricoveri.
Infermieri e operatori socio-sanitari delle cooperative continueranno a coprire i posti vacanti almeno fino al termine del mese di luglio e dovranno effettuare più di 13mila ore di lavoro, distribuite tra le degenze mediche del Sant’Anna di San Fermo della Battaglia, nei settori week-surgery e day-surgery del Sant’Antonio Abate di Cantù e nell’ambulatorio vaccinale del presidio di via Napoleona, a Como. Complessivamente, per questo periodo l’azienda ha previsto un investimento di circa 290mila euro per il personale esterno.
«Nonostante le procedure messe in campo per reperire personale interno – precisano ancora i vertici dell’azienda ospedaliera – con il ricorso alla mobilità e al concorso pubblico attualmente sussiste comunque una carenza di personale interno».
Da qui l’esigenza di ricorrere all’impiego di personale esterno, ritenuto «assolutamente necessario» per il regolare svolgimento di tutte le attività sanitarie.

24 Aprile 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto