Carimate, aperto il ponte sulla strada Novedratese. Ora si punta alla Variante

Riapertura ponte di Carimate

Dopo soli 28 giorni di lavori riapre il ponte di Carimate e il traffico lungo la Novedratese torna a respirare. Ma i problemi viabilistici in questa zona, ad alta densità di imprese, non sono risolti visto che i flussi di traffico, indipendentemente dal cavalcavia ricostruito a tempo record, rimangono sempre molto critici. Ma potrebbe esserci una novità, e non di poco conto, all’orizzonte. Nei giorni scorsi infatti il presidente della Provincia di Como, Fiorenzo Bongiasca ha avuto un incontro tecnico in Regione Lombardia «per avviare l’iter di realizzazione di una variante che dovrebbe portare – attraverso anche la realizzazione di alcuni sottopassi – al quadruplicamento del tratto di strada che collega lo svincolo di Pedemontana in questa zona fino ad Arosio», dice Bongiasca. Si tratterebbe di un progetto molto importante perché l’area in questione sopporta dei flussi enormi di traffico. «Abbiamo affrontato il discorso in Regione Lombardia perché è un collegamento necessario – ha detto il presidente – Noi come ente Provincia abbiamo già detto che ci faremo carico delle spese per il progetto preliminare. Si tratterebbe, nella fase esecutiva, di un’operazione da 12 milioni di euro. Ci stiamo lavorando». Una novità dunque di rilievo arriva nel giorno dell’inaugurazione del nuovo ponte di Carimate, sorto sulle ceneri di quello gravemente danneggiato lo scorso mese di marzo dal passaggio di un Tir, che aveva portato al blocco della circolazione e ai conseguenti disagi viabilistici. La prima battuta del presidente Bongiasca è però per le polemiche sorte nei giorni scorsi ad opera di Giorgio Colato, presidente della Fai (associazione degli autotrasportatori) che aveva criticato la scelta di riaprire al pomeriggio e non la mattina invitando il presidente a rinunciare alle cerimonie. «Chi fa queste inutili polemiche non ha capito niente – ha detto Bongiasca – Le prove statiche e di carico sono finite questa mattina alle 13. Il taglio del nastro voleva solo essere un rapido atto simbolico per riunire la comunità di Carimate che si è impegnata e i sindaci dei comuni limitrofi che hanno messo in campo le azioni utili a limitare i disagi. L’unica cosa che conta è riavere il collegamento aperto – anche se sappiamo non risolvere i problemi di viabilità – in tempi così rapidi». Soddisfatto anche il sindaco di Carimate. «Il primo ringraziamento va a tutti i cittadini che si sono impegnati così come fondamentale è stato l’aiuto dei volontari per presidiare i punti più sensibili e dirottare i mezzi – ha detto il sindaco Roberto Allevi – Plauso ai tempi record della Provincia e ora speriamo in altre opere per alleggerire la pressione dei mezzi come la variante». E a spiegare come si è intervenuti per il nuovo ponte, costato 300mila euro è l’ingegner Bruno Tarantola, dirigente del settore a Villa Saporiti. «Si tratta di un risultato ottenuto grazie al ricorso alla procedura di somma urgenza, ma anche alla scelta di materiali innovativi. La Provincia, infatti, si è rivolta all’Istituto Italiano per il Calcestruzzo, specializzato in ricerca e innovazione sui materiali da costruzione. Da qui la proposta accolta dall’Amministrazione di ricorrere a un particolare calcestruzzo che garantisce non solo una particolare durabilità e resistenza ma anche il rapido processo di maturazione, tale da concludersi nello spazio di due giorni anziché in ventotto, come accade per un prodotto standard», ha spiegato Bruno Tarantola. Presenti al taglio del nastro diversi sindaci del territorio. In prima fila anche il consigliere regionale del Pd Angelo Orsenigo. «Ora altre opere sono necessarie a partire, con il cofinanziamento di Regione Lombardia, dal sottopasso di Arosio, nel punto dove si crea un vero e proprio imbuto. Oltre alla realizzazione delle opere complementari di Pedemontana». Infine verso le 16.30 i mezzi hanno ricominciato a transitare sul ponte.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.