Carlo Castagna: «Con Valeria è corso in aiuto di Raffaella». L’avvocato: «Ci sentivamo spesso»

alt

Il ricordo
(a.cam.) Mario Frigerio nuovamente accanto all’amata moglie Valeria. È a questo pensiero che familiari, amici e conoscenti si affidano per cercare una consolazione al dolore per la morte del 73enne sopravvissuto alla strage di Erba.
«È un giorno triste, ma sicuramente Mario ha raggiunto la sua cara Valeria – è il primo pensiero di Carlo Castagna, papà, marito e nonno di tre delle vittime della strage – Del resto, chiunque perda una persona amata ambisce a raggiungerla».

Carlo Castagna ricorda il gesto di altruismo che i coniugi Frigerio avevano compiuto la sera dell’11 dicembre 2006 quando, sentite le urla e visto il fumo in casa di Raffaella, non esitarono ad andare a vedere che cosa stesse accadendo per prestare aiuto. «A Frigerio devo molto, così come a sua moglie – dice l’imprenditore erbese – La preoccupazione che entrambi hanno mostrato per Raffaella è stata un atto di vero altruismo. Un altruismo che Frigerio ha dimostrato anche dopo. Se n’è andata una persona molto cara alla nostra famiglia, che ha sempre dato prova di disponibilità, solidarietà e aiuto. La sua testimonianza è stata determinante».
Commosso Manuel Gabrielli, il legale che ha assistito Mario Frigerio durante il lungo percorso giudiziario che si è trovato ad affrontare dopo quella maledetta notte.
«Ci sentivamo spesso e sono andato a trovarlo l’ultima volta il 30 luglio scorso – ricorda l’avvocato comasco – Tra noi era nata un’amicizia che andava oltre il processo. Spesso gli raccontavo dei miei viaggi e mi ascoltava sempre con grande interesse perché era un appassionato di viaggi e soprattutto di montagna. Sono vicino ai figli: Elena e Andrea erano legatissimi al papà, che per loro era un grande punto di riferimento. L’unica consolazione è che potrà finalmente riunirsi alla moglie Valeria».
Esprime vicinanza anche il sindaco di Erba, Marcella Tili: «Oggi – afferma il primo cittadino – posso solo dire che rispettiamo il dolore e la riservatezza della famiglia».

Nella foto:
Carlo Castagna

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.