Carlo Recalcati: «Motivazioni ed energia per battere Varese»
Senza categoria

Carlo Recalcati: «Motivazioni ed energia per battere Varese»

Coach Carlo Recalcati

«Sono dispiaciuto perché c’erano tutti i presupposti per una bella serata di sport. E, vista la situazione di classifica delle due squadre, non mi sembrava ci fosse enorme tensione in questa vigilia. È una sconfitta per tutti noi».
Carlo Recalcati, tecnico della Mia Cantù, commenta così la decisione di limitare ai soli residenti nelle province di Como e Monza Brianza l’accesso al PalaDesio per il derby domani sera (ore 20.45) fra Cantù e Varese.
Ieri la comunicazione ufficiale della Prefettura di Monza (competente sul territorio di Desio). Una scelta che di fatto blocca l’accesso ai sostenitori ospiti.
Per questo motivo la Pallacanestro Cantù ha deciso di aprire straordinariamente la biglietteria del Palasport Pianella anche oggi dalle ore 10 alle ore 13. I tagliandi saranno venduti soltanto dietro presentazione di un documento d’identità; saranno possibili controlli anche all’ingresso del PalaDesio.
Per quanto riguarda la partita coach Recalcati spiega: «Il derby è sempre sentito. E sono sicuro che ai nostri giocatori questa settimana siano giunte le sollecitazioni dei tifosi. Ho però un piccolo rimpianto: mi sarebbe piaciuto vedere appesi sul tetto del PalaDesio i drappi con i nostri successi e le coppe che abbiamo conquistato nella nostra storia. Lo avevo chiesto in tempi non sospetti: sarebbe stato bello mostrarli ai nostri avversari proprio in questa occasione».
Per il tecnico dei brianzoli una gara particolare. Recalcati, si sa, è legatissimo a Cantù, ma allo stesso tempo è l’allenatore che ha guidato Varese alla conquista dello storico scudetto della stella. «Direi che la mia bilancia personale non pende a favore di una e dell’altra realtà. A Cantù posso, tra le altre, ricordare la vittoria dello scudetto, da giocatore, nel 1975. Varese è stata la società che mi ha consentito di iniziare una carriera da allenatore ad altissimo livello. Fino a quella esperienza infatti non avevo mai guidato una squadra che potesse aspirare a conquistare il campionato».
Venendo alla stretta attualità, Carlo Recalcati si sofferma sul match di domani. «Ci sono tutti i presupposti per vedere una bella partita. Ci saranno, da parte nostra, le giuste pressioni e motivazioni visto che una vittoria potrebbe rappresentare per noi la tranquillità».
«Affrontiamo una squadra che ha raggiunto la miglior condizione proprio in questo ultimo mese e quindi dovremo essere pronti a disputare una partita di grande energia – aggiunge il coach della Mia – A Torino abbiamo visto che se non cerchiamo di superarci dal punto di vista dell’intensità, possiamo soffrire. Il nostro sforzo maggiore dovrà dunque essere quello di compensare una differenza di atletismo che in questo momento sembra giochi a nostro sfavore. Servirà una Cantù camaleontica, in grado di saper leggere al meglio e interpretare la situazioni che si presenteranno nel corso del match».
Per la sfida di domani sera la Mia sarà al completo. Anche i giocatori che in settimana hanno avuto qualche acciacco (Zabian Dowdell e Tremmell Darden) saranno regolarmente a referto.

1 aprile 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto