Caronnese, il terzo incomodo. Corno: «La vetta rimane un obiettivo»
Sport

Caronnese, il terzo incomodo. Corno: «La vetta rimane un obiettivo»

Federico Corno, capitano della Caronnese Federico Corno, capitano della Caronnese

Il Gozzano, il Como, ma anche la Caronnese. Il duello per il primo posto del girone A di serie D rimane ad appannaggio di tre squadre. Vero che con i loro 68 e 66 punti, piemontesi e lariani sono avanti, ma anche la quota 63 dei varesini non va sottovalutata.
La Caronnese è carica, come spiega il capitano Federico Corno, da dieci stagione alfiere del club. «Il primo posto rimane un nostro obiettivo anche se non sarà facile – spiega il giocatore – Il nostro destino non dipende da noi, ma anche da eventuali passi falsi di Como e Gozzano».
«La nostra mentalità? Pensare ad una partita alla volta – spiega Corno – senza fare calcoli e dare sempre il massimo: sicuramente si tratta di un bel campionato, dove ogni squadra ha motivazioni importanti: c’è chi punta alla promozione, chi ai playoff e chi non vuole rimanere coinvolto nel discorso-retrocessione. Non esistono partite con un pronostico già segnato».
Il capitano della Caronnese ha un rimpianto: «Purtroppo abbiamo perso qualche colpo tra gennaio e febbraio e ora lo stiamo pagando in classifica».
«Dalla nostra in questo momento abbiamo una società che ci lascia sereni – aggiunge – Non abbiamo dirigenti che vengono a metterci pressione tutti i giorni al campo. Ovviamente tutti tengono a fare bene, questo deve essere chiaro, ma la squadra viene lasciata tranquilla».
E delle due formazioni che guidano la classifica che cosa pensa Corno? «Como non è certo una piazza che scopro io – dice – È una squadra con una rosa importante, costruita per puntare in alto, con giocatori che sanno gestire bene determinate situazioni: dal rapporto con gli arbitri, ai momenti più delicati. Gozzano è una realtà molto bella, con una rosa di livello superiore e un bravo allenatore, in grado di gestire al meglio gli elementi più esperti».
Il capitano della Caronnese fa poi una valutazione che riguarda il Sinigaglia. «Giocarci ti dà un mix di sensazioni – spiega – Da un lato si ha il piacere di scendere in campo in un posto prestigioso. Dall’altro, una volta dentro, ti senti un po’ spaesato».
Infine una annotazione su Ahmet Fall, giocatore che nell’ultimo mercato è stato ingaggiato dai varesini dopo il divorzio dal Como. «Non sta trovando molto spazio, ma la cosa che apprezzo di lui è il massimo impegno che mette in ogni allenamento. È sempre determinatissimo» conclude Federico Corno.
M.Mos.

23 Mar 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto