Cartelle cliniche a Parma, non si placa la polemica. «Trasferimento necessario per la conservazione»

alt L’ex ospedale psichiatrico
«L’archivio dell’ex ospedale psichiatrico, ora trasferito a Parma, non è più a disposizione della città. Ho raccolto testimonianze di studiosi e cittadini i quali non hanno avuto risposta dall’azienda ospedaliera in merito a richieste di poter visionare alcuni documenti dell’archivio».
Lo studioso comasco Gianfranco Giudice prosegue la battaglia contro il trasferimento a Parma dell’archivio del San Martino.

«I locali nei quali erano conservati i documenti erano idonei – attacca – Le cartelle cliniche erano raccolte in faldoni che necessitavano di un’adeguata catalogazione ma erano tuttavia ben ordinati in scaffali».
Giudice propone che l’archivio sia riportato a Como nel momento in cui sarà realizzato il campus universitario. «Si potrebbe istituire un centro di documentazione storica sulla psichiatria nel Comasco, in collegamento con l’Archivio di Stato di Como – dice – Una soluzione che valorizzerebbe e metterebbe a disposizione il prezioso archivio, la memoria storica e civile di uno dei luoghi simbolo della città e del territorio comasco».
«Nell’ottica del campus si potrà sicuramente valutare la possibilità di ricollocare l’archivio del San Martino – dice il direttore generale dell’azienda ospedaliera Sant’Anna, Marco Onofri – Per quanto riguarda lo spostamento a Parma, ribadisco che era necessario per garantire la conservazione ideale dei preziosi documenti».
«I vecchi locali dell’ex ospedale psichiatrico da tempo non sono più riscaldati e le condizioni non sono ideali. Ripeto infine che l’archivio è accessibile a chiunque ne faccia una richiesta motivata. Le domande – conclude – devono essere presentate alla direzione amministrativa del Sant’Anna. Non ci risultano richieste, ma ora faremo una verifica specifica».

Anna Campaniello

Nella foto:
Le cartelle cliniche fino a pochi mesi fa erano conservate nei locali del San Martino

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.