Casinò di Campione d’Italia, chiesto un tavolo istituzionale

Campione d'Italia, Casinò.

Costituire un tavolo istituzionale per offrire risposte concrete che vadano nella direzione della riapertura del Casinò di Campione d’Italia: è la richiesta avanzata dai sindacati, durante l’ultimo incontro con il prefetto di Como Ignazio Coccia, il commissario prefettizio Giorgio Zanzi e il senatore del Partito democratico Alessandro Alfieri. Al centro, come detto, il futuro della casa da gioco, che va di pari passo con il rilancio economico della comunità campionese.


È emersa la volontà da parte del governo di privilegiare la scelta dell’investitore privato nella gestione della casa da gioco, il cui controllo e vigilanza dovrebbero restare in mano pubblica. Una scelta che non graverebbe sulle risorse dello Stato. Allo stesso tempo, sono state evidenziate criticità che ostacolano l’iter. I sindacati hanno chiesto dunque alla presidenza del Consiglio dei ministri di costituire un tavolo istituzionale presieduto dal sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta, da tutti più volte indicato informalmente come responsabile del dossier della casa gioco di Campione, con lo scopo di iniziare a dare delle risposte concrete per la riapertura della struttura, unica soluzione sia alla grave crisi occupazionale, sia al disagio sociale dell’intera comunità.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.