Casinò, oggi tavolo interministeriale. E in Prefettura vertice per il Comune

Il Casinò di Campione d'Italia

Crisi di Campione d’Italia: oggi è in programma un tavolo interministeriale tra Interno, Sviluppo economico e ministero dell’Economia.
L’importante novità è emersa durante un incontro a sorpresa sabato sera tra i rappresentanti sindacali del Casinò di Campione, la cui società di gestione è stata dichiarata fallita lo scorso mese di luglio, e il comasco Nicola Molteni, sottosegretario all’Interno.
«Abbiamo avuto modo – spiegano i sindacalisti compatti – di rappresentare tutta la difficoltà dell’attuale condizione campionese legata al fallimento del Casinò nonché la perplessità circa la mancanza di interlocutori governativi nel corso dei 72 giorni di chiusura della casa da gioco. L’onorevole Molteni ha comunicato che il governo, analizzati tutti gli elementi necessari, ha programmato per martedì un tavolo interministeriale (Interno, Mef, Mise) in cui si lavorerà per vagliare tutte le possibili soluzioni».
Successivamente, i rappresentati sindacali verranno convocati per conoscere l’esito dell’incontro. Non si sa ancora se l’aggiornamento avverrà oggi stesso o al più tardi nella giornata di domani. Sabato, subito dopo l’arrivo di questa importante novità, è subito stata annullata la manifestazione che doveva andare in scena ieri in via Bellerio, sede milanese della Lega.
Rimane invece convocata sempre per questa mattina un’ulteriore riunione sul tema crisi di Campione d’Italia che si svolgerà in Prefettura. Presenti, oltre al prefetto Ignazio Coccia e al commissario Giorgio Zanzi, le rappresentanze sindacali della Funzione pubblica del Comune di Campione d’Italia. L’amministrazione, come noto, è ormai in una conclamata situazione di dissesto finanziario e il 10 novembre inizierà il procedimento che dovrebbe portare al licenziamento di gran parte dei dipendenti comunali. La riunione di quest’oggi rappresenta un ultimo tentativo per cercare di avere delle risposte.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.