Casinò, un futuro solo “statale”. Enti locali fuori dalla gestione
Economia, Territorio

Casinò, un futuro solo “statale”. Enti locali fuori dalla gestione

Enti locali e Regione esclusi dalla futura società di gestione del Casinò di Campione d’Italia. Società che con ogni probabilità sarà interamente nelle mani dello Stato.
È un ritorno al passato quello che si prospetta per la casa da gioco dell’enclave, chiusa ormai da oltre 4 mesi, ovvero dalla sentenza di fallimento del 23 luglio scorso.
In Parlamento è atteso il voto definitivo sul decreto fiscale che contiene anche la norma sulla nomina di un «commissario straordinario incaricato di valutare la sussistenza delle condizioni per l’individuazione di un nuovo soggetto giuridico per la gestione della casa da gioco di Campione d’Italia». E nell’ultima riunione del direttivo e dell’ufficio di presidenza della Regio Insubrica è stato lo stesso assessore regionale Massimo Sertori ad aggiornare il tavolo della comunità di lavoro transfrontaliera sulle intenzioni del governo gialloverde.
Secondo quanto ricostruito dal Corriere di Como, l’idea di base dei ministeri interessati (Interno e Finanze) è di lavorare su due piani paralleli. Da un lato rimettere in ordine i conti del Comune, dall’altro lato disegnare una nuova governance del Casinò a livello statale. Sarebbe quindi esclusa l’ipotesi di affidare alla Regione la casa da gioco, come pure si era detto in un primo momento.
La Regione avrebbe in realtà chiesto di discutere l’argomento spiegando di essere disponibile a soluzioni alternative, ma la scelta finale sarebbe orientata a una direzione governativa del Casinò. Con l’esclusione pure degli enti locali (Provincia e Comune).
Durante la riunione del direttivo della Regio Insubrica si è tornati pure a parlare dei debiti accumulati da Campione d’Italia verso il Canton Ticino: quasi 5 milioni di franchi svizzeri che lo Stato italiano si è impegnato comunque a onorare in tempi brevi.

8 Dicembre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto