Caso Fazio, l’opposizione attacca. Lucini: «Non torno indietro»

alt

Il dirigente all’Informatica sarà comandante dei vigili da lunedì. Sindacato beffato

Da un lato, l’opposizione continua ad attaccare a testa bassa. Dall’altro, il sindaco Mario Lucini – che gestisce anche la delega alla polizia locale – difende la scelta di nominare l’attuale dirigente dei settori Informatica e Commercio, Giovanni Fazio, a comandante pro-tempore dei vigili comaschi. In questo quadro, va sottolineato come lunedì prossimo sarà un giorno decisivo – e presumibilmente bollente – per gli sviluppi della vicenda, poiché alle 9 è prevista la firma di accettazione dell’incarico

dello stesso Fazio. E soltanto dopo, a giochi ormai chiusi, il primo cittadino incontrerà i sindacati interni al Comando di viale Innocenzo per fare il punto della situazione. O, per meglio dire, per mettere al corrente ufficiali e agenti di una decisione presa e formalizzata.
SCONTRO CONTINUO
Dove gli animi sono ancora caldi è tra i banchi dell’opposizione di Palazzo Cernezzi, da cui, anche ieri, sono partite bordate nei confronti del metodo e della scelta in sé di incaricare Fazio per traghettare la polizia locale di Como da un comandante (Vincenzo Graziani, che lunedì, dopo più di 20 anni, lascerà) a un altro (che, molto probabilmente, sarà individuato tramite concorso pubblico).
«Questa vicenda è incredibile – attacca il consigliere del Gruppo misto, Enrico Cenetiempo – Giovanni Fazio è un ottimo dirigente del settore Informatico e tecnologico ed è una persona che stimo. Ma è francamente assurdo che si sia arrivati all’ultimo minuto a gestire una situazione così delicata, peraltro senza valorizzare le risorse interne della polizia locale (il riferimento sembra al vicecomandante, polemicamente dimissionario dalla carica, Vincenzo Aiello, ndr). Il sindaco sta compiendo un grande azzardo, spero abbia calcolato quali rischi si corrono con questi metodi di lavoro».
Molto duro anche il capogruppo di Adesso Como, Alessandro Rapinese.
«La gestione della vicenda dei vigili è davvero inquietante – afferma il consigliere – E soprattutto dà la misura di come vengono gestite le nomine in Comune, anche quelle delicatissime come nel caso della polizia locale. Mi domando quale sia la strategia per il futuro dei vigili, visto che si sapeva da mesi che il comandante in carica avrebbe lasciato a febbraio e che non è stato fatto nulla fino a poche ore fa. Peraltro, tengo a sottolineare che il sindaco ha anche la delega alla polizia locale, quindi il tutto è ancora più grave».
LA REPLICA
Ieri sul tema è intervenuto lo stesso Lucini, che come prima cosa ha chiarito cosa accadrà nelle prossime ore. «Lunedì mattina è prevista la firma di Fazio per l’accettazione dell’incarico – ha confermato il primo cittadino – Se non sarà lui ad avere ripensamenti, non ci saranno cambiamenti rispetto alla decisione originaria». Il sindaco non ha nascosto «un certo rammarico per essere arrivati effettivamente in ritardo rispetto alle procedure per la sostituzione del comandante Graziani». Ma, al contempo, ribadisce la convinzione nella scelta di Giovanni Fazio. «Innanzitutto – sostiene Lucini – per sostituire un dirigente serve individuare un altro dirigente, e il vicecomandante Vincenzo Aiello non aveva questa caratteristica. Per quanto riguarda Fazio, invece, sappiamo entrambi che andrà a occupare un ruolo difficile, che si somma alle competenze che già segue per l’Informatica e il Commercio. Ma, nello stesso tempo, voglio ringraziarlo per la disponibilità e credo che con la collaborazione di ufficiali e agenti potrà “traghettare” il Corpo fino all’individuazione del nuovo comandante. Un passaggio che intendiamo fare nel più breve tempo possibile».
LA “BEFFA”
Lunedì, comunque, Lucini incontrerà a Palazzo Cernezzi i sindacati interni alla polizia locale per un chiarimento e per l’annuncio ufficiale. I giochi, però, saranno chiusi, a dispetto delle molte perplessità registrate al Comando di viale Innocenzo nelle ultime ore.

Emanuele Caso

Nella foto:
Sono giorni decisamente agitati al Comando della polizia locale di Como. Molti tra agenti e ufficiali sono perplessi per la nomina di Fazio a comandante pro-tempore

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.