Caso Fazio, Lucini: «Qualcosa può cambiare»

altIl sindaco: «Verifiche in corso». Il nodo è il conflitto di interessi
Più di un presente alla conferenza stampa svolta ieri in Prefettura sulla collaborazione tra forze dell’ordine e istituti di vigilanza privata ha notato che, a margine, il prefetto Bruno Corda, il sindaco Mario Lucini e il reggente pro-tempore della polizia locale, Giovanni Fazio, si sono appartati per discutere. I contenuti? Top secret. Eppure, raggiunto telefonicamente qualche ora più tardi, e richiesto di un commento sul polverone che da tempo si è alzato sulla pasticciata (e finora mancata)

sostituzione definitiva dell’ex comandante dei vigili, Vincenzo Graziani, in pensione dall’11 febbraio scorso (dopo l’annuncio del maggio 2013), Lucini ha “mosso le acque”. Un passo forse necessario, visto che, fallita la procedura di mobilità con la “bocciatura” del comandante di Varese, Vincenzo Lotito, e in vista dei mesi di attesa prima del concorso pubblico, ora i vigili dovrebbero essere guidati da Fazio per almeno altri 4-5 mesi. Ma lo stesso dirigente già assomma la dirigenza piena per il settore Informatico del Comune e (a interim) quella del settore Commercio. Quest’ultimo, senza alcun dubbio, l’incarico che più di ogni altro rasenta il conflitto di interessi permanente visto che allo stesso dirigente (Fazio) fanno capo tutte le pratiche in tema di commercio e, nello stesso tempo, gli uomini che sul commercio devono vigilare e sanzionare. Un quadro nel quale le parole del primo cittadino sembrano inserirsi alla perfezione e preannuciare novità.
«Ora (dopo il flop della procedura di mobilità per trovare il nuovo comandante, ndr) non so dire se tutto rimarrà come prima – ha affermato Mario Lucini – Stiamo valutando, anche in relazione agli incarichi di Fazio. Vedremo, gli uffici stanno approfondendo». Chissà che, in questo senso, non abbia pesato la richiesta ufficiale di chiarimenti inoltrata dalla Lega Nord al prefetto, con la quale si chiede un parere definitivo sulla legittimità o meno della nomina e del ruolo di Giovanni Fazio (con un occhio particolare proprio alla direzione di più settori strategici nello stesso tempo). Nei prossimi giorni, qualcosa dovrebbe dunque accadere. Le ipotesi più accreditate puntano sull’assegnazione ad altro dirigente dell’incarico al Commercio. Oppure, addirittura, dall’addio di Fazio alla polizia locale. Ma come sostituirlo fino allo svolgimento del concorso per il nuovo comandante, a oggi resta un rebus.

E.C.

Nella foto:
Sono settimane molto agitate nella caserma dei vigili di Como, in viale Innocenzo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.