Caso Valli, De Giovanni: «Como ci ripensi»

Alida Valli

«Credo che sia una grande occasione persa questa del rifiuto all’intitolazione ad Alida Valli di un segmento della passeggiata sul lungo lago». Commenta così lo scrittore Maurizio De Giovanni la decisione del consiglio comunale di Como di respingere la mozione che proponeva l’omaggio all’attrice inserendola nella toponomastica cittadina e intitolandole il lungolago tra il Tempio Voltiano e il Monumento ai Caduti.
«Trovo che sia stata un’artista straordinaria, che ha portato l’immagine dell’Italia nel mondo, con un valore enorme del suo lavoro, della sua produzione. Quel “no” è un gran peccato, mi dispiace perché ne esce un po’ sconfitta tutta l’arte in generale. Abbiamo piazze, strade intitolate a generali e a persone che si sono macchiate spesso di crimini orribili nei confronti dei civili, in guerre che sono state spesso inutili, e nessuno dice niente. Un’artista così bella, così meritevolmente brava, con un sorriso così unico e indimenticabile, avrebbe pienamente meritato questo onore, la bellezza di Alida sarebbe stata di fronte alla bellezza del lago. Insomma, mi pare un’occasione perduta… Spero che ci si ripensi, oppure che il sindaco di Como abbia il coraggio di intitolare comunque questo pezzo di passeggiata ad Alida Valli».
Parole pesanti, che arrivano a conclusione di una settimana infuocata di dibattiti, in rete e fuori, dopo la bagarre politica seguita alla spaccatura in maggioranza sul “caso Valli”.
Maurizio De Giovanni è appassionato di Como: lo scrittore partenopeo tanto amato dal pubblico ha inaugurato nel 2019 la stagione del Teatro Sociale di Como poi interrotta dalla pandemia: a lui il teatro aveva commissionato una performance e l’autore aveva scelto espressamente per Como pagine tratte dalle fortunate saghe narrative de “I Bastardi di Pizzofalcone” e del “Commissario Ricciardi”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.