Cattaneo 2012 – Il Lario si mobilita

Maestri comaschi – Parte finalmente un calendario di eventi ufficiali per celebrare il centenario del grande architetto razionalista
Èun personaggio di spicco della seconda generazione del Razionalismo comasco legato a Giuseppe Terragni e Pietro Lingeri da una profonda amicizia. È Cesare Cattaneo, del quale ricorre il centenario della nascita. Scomparso a soli 31 anni, Cattaneo ha lasciato un’impronta indelebile pur con poche opere costruite (Asilo Garbagnati ad Asnago; Fontana di Camerlata; Casa d’affitto a Cernobbio; Palazzo dell’Unione Lavoratori dell’Industria a Como), e soprattutto grazie ai suoi progetti sperimentali
e alle pagine dei suoi acutissimi saggi critici.
Per celebrare quel 26 luglio 1912, l’Archivio Cattaneo di Cernobbio ha recentemente approntato due volumi nella serie “I saggi”. Uno, intitolato Giacomo Leopardi (pp. 88, 10 euro), è il testo postumo di un non ancora sedicenne Cattaneo che, nel 1928, ripercorre vita e opere dello scrittore di Recanati. L’altro, È Dio il vero tema (pp. 192, 14 euro), è uno studio, curato da Maria Antonietta Crippa e Damiano Cattaneo, incentrato sul sacro, elemento collegato a oggetti e spazi con funzioni culturali progettati dall’architetto comasco. Ora lo stesso Archivio Cattaneo scende in campo in forze per le iniziative clou del centenario: un carnet molto atteso, perché finora la città di Como e il Lario (a eccezione proprio del sodalizio) sembravano essersi dimenticati di un maestro di tale caratura. Ne sia dimostrazione, in chiave simbolica, il degrado in cui versa la sua opera forse più nota, la fontana di Camerlata, firmata con Mario Radice.
Nel centenario di Cesare Cattaneo sono in programma due eventi a Como. Il primo il 25 luglio, alle ore 18, nella Biblioteca comunale di piazzetta Lucati, sarà la presentazione di un altro “quaderno” del sodalizio, La fontana di Camerlata, dedicato al capolavoro alle porte del capoluogo. Interverranno Giorgio Ciucci e Pierre Alain Croset. E il 26 luglio, alle 18, nella sede dell’Archivio stesso a Casa Cattaneo di Cernobbio (edificio fondamentale della sua rigorosa architettura ed esempio illustre del Razionalismo italiano), sarà aperta una mostra di maquette dei principali progetti dell’architetto con lo stesso Croset e Angelo Monti, presidente dell’Ordine degli Architetti di Como.
Il centenario avrà poi una forte impronta romana presso l’Accademia Nazionale di San Luca, con la mostra Cesare Cattaneo 1912-1943 – pensiero e segno nell’architettura in programma dal 5 ottobre al 17 novembre prossimi. Saranno in mostra circa 160 pezzi tra schizzi e disegni autografi, per evidenziare come il pensiero architettonico di Cesare Cattaneo ha preso forma partendo da una forte tensione ideale, attraverso l’esercizio del disegno come “scrittura” geometrica.
La prima sezione della mostra proporrà una scelta antologica di circa 90 schizzi autografi. La seconda sezione analizzerà in modo approfondito la Casa d’affitto a Cernobbio (1938-1939), con circa 70 disegni autografi.

Lorenzo Morandotti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.