C’è ancora un “tappo” sulla statale Regina. Il semaforo di Tosnacco ha messo in coda migliaia di turisti

alt La denuncia dei lettori
(p.an.) La riapertura del tunnel di Cernobbio metterà fine alle code? È questa la speranza delle migliaia di turisti e residenti che ogni giorno percorrono la Regina. Di certo un altro nodo rimane da risolvere sul primo tratto della strada della sponda Ovest del lago; si tratta del temuto semaforo di Tosnacco.
Semaforo e chiusure della galleria hanno fatto diverse vittime nell’ultimo weekend, come segnalano due attenti lettori.
«Possibile che il semaforo di Tosnacco nei fine settimana

estivi non possa essere regolato in maniera sensata?» scrive Stefano Gatti. «Possibile che la chiusura notturna della galleria di Cernobbio – aggiunge – non possa essere ritardata nei fine settimana estivi? Possibile che al semaforo della strettoia di Cernobbio non ci sia nessuno a regolare il traffico?».
Gatti ha trascorso le ultime due settimane in Altolario e racconta così la sua odissea. «Domenica 1° giugno ore 10:30 partenza da Como: troviamo la colonna di auto dall’uscita della galleria di Cernobbio fino al semaforo di Tosnacco». Il rosso «scatta ogni 100 secondi (abbiamo cronometrato), per percorrere circa 2 chilometri impieghiamo 20 minuti».
Coda anche al rientro lunedì 2 giugno. La colonna inizia a Laglio: «ci troviamo incolonnati ancora a causa del semaforo di Tosnacco», mezz’ora per 2 chilometri. Sabato 7 giugno alle 11 Gatti trova un incidente a Mezzegra; mezz’ora sotto il sole.
E poi la domenica 8. Gatti sceglie una “partenza intelligente”, durante il Gran Premio di Formula 1. «A Tosnacco alle 21.45 troviamo la colonna in direzione Como causata dalla anticipata chiusura notturna della galleria di Cernobbio – scrive Gatti – Decidiamo di scendere dalla “panoramica” e raggiungere la località Pizzo con “solo” mezz’ora di coda fino al semaforo della strettoia di Cernobbio. Abbiamo poi saputo di amici rimasti incolonnati sulla panoramica oltre un’ora».
Nello stesso ingorgo è finito pure Massimo B., professionista comasco e altro attento nostro lettore «Domenica prossima tutti a Lugano o sul Garda», scrive. La fine del cantiere della galleria di Cernobbio potrebbe aver messo i disagi alle spalle. Ma c’è sempre da regolare il tempo del semaforo di Tosnacco.

Nella foto:
Il semaforo di Tosnacco con il tempo del rosso tarato a poco più di un minuto e mezzo costituisce un “tappo” difficile da superare per gli automobilisti che percorrono la Regina

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.