Economia

Cementerie Holcim: 73 esuberi, 22 a Merone

holcimDoccia gelata per la Holcim, la storica cementeria di Merone. In base a quanto riferito dai sindacati, infatti, l’azienda ha annunciato pesanti tagli al personale. <Nell’incontro odierno la direzione di Holcim Italia – scrivono le segreterie di Cgil, Cisl e UIl in una nota stampa –  ha comunicato al Coordinamento delle RSU e a Feneal Filca e Fillea della Lombardia una ulteriore riduzione occupazionale di 73 lavoratori su 317 addetti tra Holcim Italia e Holcim Aggregati e Calcestruzzi srl. L’annuncio della riduzione riguarderebbe 22 lavoratori che lavorano nello stabilimento di Merone e nelle cave su 50 addetti, 21 lavoratori delle strutture di gruppo (staff, amministrazione, commerciale) su 60 addetti e 30 esuberi nella società Calcestruzzi e Aggregati srl ( 20 area commerciale e 10 nella produzione ) su 100 addetti. La delegazione sindacale – si legge ancora nel comunicato –  ha annunciato la sua contrarierà alla decisione aziendale>.
LA POSIZIONE DELL’AZIENDA 
Nel pomeriggio è arrivato anche il comunicato di Holcim. <La difficile situazione dell’industria dei materiali da costruzione, caratterizzata da una debole domanda e da continue pressioni sui prezzi ha messo in gravi difficoltà economico-finanziarie tutti gli operatori del settore – si legge nella nota –  Le previsioni di mercato non lasciano intravedere una chiara inversione del trend nel medio-breve periodo, se non nei termini di una debole ripresa che interesserà in misura diversa solo alcuni comparti del settore. In tale delicato contesto, Holcim Italia e Holcim Aggregati Calcestruzzi, dopo le precedenti ristrutturazioni occorse negli ultimi anni e dopo un attenta analisi del mercato attuale e dei futuri sviluppi hanno deciso di avviare un ulteriore progetto di ristrutturazione aziendale al fine di recuperare la competitività nel mercato e garantire la sostenibilità economica aziendale>.
In calce al comunicato stampa, l’intervento dell’amministratore delegato Lucio Greco: ‘Il nostro primo pensiero è rivolto ai colleghi che perderanno il posto di lavoro e che si sono impegnati per le nostra azienda. E’ stata una decisione molto difficile ma purtroppo inevitabile in questo contesto. Vogliamo e dobbiamo mantenere la nostra presenza industriale nel medio e lungo periodo in Italia con una rete di impianti competitivi e strutture efficienti”.

Tratto da Espansione TV

19 Maggio 2016

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto