Centro Tessile, tutti i numeri dell’ultimo anno. Previsti nuovi investimenti sul laboratorio

Il bilancio della società
È stato presentato ieri nella sala giunta della Camera di Commercio di Como il bilancio del Centro Tessile Serico, la struttura di supporto a quello che rimane il settore più importante dell’economia lariana. Il Centro conta un laboratorio tra i più qualificati a livello europeo in grado di fornire un’ampia serie di servizi alle aziende. Il laboratorio prove – che ha ricevuto investimenti per oltre mezzo milione di euro nel triennio 2009-2011 – è dotato delle più importanti e sofisticate
attrezzature per eseguire tutte le prove tecnologiche, fisiche, meccaniche, chimiche e tintoriali sui tessili dalle fibre al capo confezionato e sui prodotti chimici utilizzati nell’industria tessile.
Forte di 30 addetti il Centro Tessile Serico concluderà il prossimo anno il triennio di progetto “Marchio Seri.co”. Gli altri progetti in corso d’opera sono “Annette” avviato nel 2009 sulla formazione della qualità della seta greggia, “Fibrosphere” che riguarda l’utilizzo della seta per scopi medicali e i progetti “Certificazione di prodotto” e “Osservatorio sul Distretto Tessile di Como”. Entrambi sono partiti quest’anno. Il primo consentirà al Centro di rilasciare la marcatura Ce sugli indumenti di protezione individuale, compresi quelli destinati agli equipaggiamenti nautici.
Il secondo, che analizza lo stato del settore, finanziato dalla Camera di Commercio e da Confindustria Como, prevede invece due convegni aperti alle forze sociali ed economiche del territorio.
Per quanto riguarda i numeri, nel 2011 il Centro ha tenuto 30 seminari tecnici che hanno coinvolto 332 partecipanti di 116 aziende. Il bilancio di esercizio si è chiuso con un disavanzo tra valore della produzione e costi della produzione di 131mila euro. Il risultato netto dell’esercizio è stato di 78mila euro.
Per quest’anno sono previsti investimenti per 242mila euro tra sicurezza, apparecchiature informatiche, software e strumenti per il laboratorio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.