Cernobbio, il “Concorso d’Eleganza Villa d’Este” spostato a metà ottobre

Alfa Romeo Concorso d'Eleganza 2019

Motori spenti e appassionati di tutto il mondo lontani dal Lario, con la speranza che ci si possa ritrovare tra qualche mese. Lo scorso fine settimana Cernobbio doveva andare in scena il “Concorso d’Eleganza Villa d’Este”, la più importante manifestazione mondiale dedicata alle auto classiche, alle moto entrate nella storia e ai gioielli del design.
Ma tutto è saltato per l’emergenza Coronavirus. Non annullato, bensì rinviato. L’evento è stato infatti riprogrammato dal 16 al 18 ottobre di quest’anno, come da tradizione tra Villa d’Este e Villa Erba.
«Il nostro pensiero in questo momento va a chi ha sofferto delle terribili conseguenze di questa pandemia – dicono gli organizzatori di Bmw Group e Villa d’Este – Pensiamo in particolare al Nord Italia, un paradiso terrestre, che ospita anche il Concorso d’Eleganza». Solidarietà, prima di tutto, e poi voglia di guardare avanti con speranza. «Non siamo in grado di prevedere gli sviluppi della situazione, ma l’auspicio è che ci sia un miglioramento per tutte le persone per la situazione in generale. Abbiamo quindi deciso di spostare la nostra manifestazione dal 16 al 18 ottobre, con l’intento di mantenere gli standard di qualità che da sempre caratterizzano questo evento, che prepareremo con la stessa accuratezza con cui eravamo al lavoro per la data di maggio.
Ad ogni occasione vengono proposte diverse categorie di auto. Tra i gruppi che erano stati decisi per l’edizione 2020 spiccano “La passione per la perfezione” (dedicato alle vetture firmate Pininfarina), “Granturismo all’italiana”, “La nascita delle Supercar” e “Big Band ’40s to Awesome ’80s” con le vetture sportive protagoniste delle gare di durata.
«La nostra sincera speranza è che saremo in grado di confermare la nuova data in breve tempo – concludono gli organizzatori del Concorso d’Eleganza – Siamo consapevoli del fatto che in questa primavera tutto è andato in modo molto diverso da ciò che ci si aspettava e che sono state prese decisioni molto difficili. La nostra speranza e fiducia è che il Lago di Como si trasformerà ancora una volta nella cornice idilliaca per questo evento magico e avvincente nel prossimo futuro. L’augurio è di poter celebrare tutti assieme la bellezza e la vita stessa».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.