Da Cernobbio offensiva a Donald Trump.  «I dazi penalizzano chi li mette»
Cronaca

Da Cernobbio offensiva a Donald Trump. «I dazi penalizzano chi li mette»

Il porlezzese Carlo Sangalli

Trump, la Brexit, l’Europa, le banche e l’Iva. Cernobbio e il Lago di Como sono stati ieri nuovamente al centro dell’opinione pubblica internazionale in occasione dell’edizione 2017 del Forum di Confcommercio che si chiude oggi. A fare gli onori di casa, Carlo Sangalli, il presidente di Confcommercio nato a Porlezza nell’agosto di 80 anni fa. «Siamo gli eredi dei mercanti italiani e di Marco Polo – ha detto riguardo l’ipotesi di dazi sulle merci da esportare negli Usa proposti dall’amministrazione Trump – Crediamo nella libertà del commercio e nella forza e qualità del made in Italy: i dazi sono un grave danno per chi li mette e anche per chi li subisce. Mi preoccupano e mi auguro che siano solo un annuncio». Sangalli ha toccato anche il tema dell’economia, definita un’altalena. «Siamo di fronte a un bivio – ha detto – e al rischio del ritorno alla stagnazione nel 2018. Dobbiamo fare di tutto per ribaltare questa eventualità».
Due gli ostacoli descritti da Sangalli sulla via della ripresa: le fragilità strutturali del Paese (burocrazia opprimente, carenze infrastrutturali e logistiche, deficit di legalità) e il livello di pressione fiscale che «rende difficilmente concreta qualsiasi prospettiva di crescita».
Sangalli chiede una riduzione del carico fiscale su famiglie e imprese agendo sulle aliquote Irpef per rilanciare la domanda interna. «Va superata la logica dei bonus e degli interventi spot» ha detto.
«Siamo favorevoli alla riduzione del cuneo fiscale sul lavoro dipendente, ma non a scapito di una maggiorazione dell’Iva» ha concluso Sangalli.
Al Forum anche Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo. «Terrorismo e immigrazione sono due temi di fondamentale importanza. Dobbiamo affrontare il tema della nostra politica commerciale: abbiamo un problema con la Cina, che non è un economia di mercato, ma per l’Europa il mercato cinese è di straordinaria importanza. Dovranno essere prese misure dumping e antidumping».
«Ora abbiamo anche un fronte aperto – ha detto Tajani – con gli Stati Uniti, E questo mi preoccupa». Tajani ha parlato anche della Brexit: «Anche con i britannici dobbiamo essere molto chiari: se vogliono andare via ok, ma prima si stabiliscano le regole».
“Il ruolo delle banche per la crescita dell’Europa” è stato il panel che ha concluso la prima giornata del Forum. «Per fare investimenti nel Paese è assolutamente ristabilire livelli adeguati di credito alle imprese, soprattutto pmi – ha detto Paolo Ferré, incaricato di Confcommercio alle Politiche del credito nazionale – Banche e imprese devono collaborare».

1 aprile 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto