Da Cernobbio offensiva a Donald Trump.  «I dazi penalizzano chi li mette»
Cronaca

Da Cernobbio offensiva a Donald Trump. «I dazi penalizzano chi li mette»

Il porlezzese Carlo Sangalli

Trump, la Brexit, l’Europa, le banche e l’Iva. Cernobbio e il Lago di Como sono stati ieri nuovamente al centro dell’opinione pubblica internazionale in occasione dell’edizione 2017 del Forum di Confcommercio che si chiude oggi. A fare gli onori di casa, Carlo Sangalli, il presidente di Confcommercio nato a Porlezza nell’agosto di 80 anni fa. «Siamo gli eredi dei mercanti italiani e di Marco Polo – ha detto riguardo l’ipotesi di dazi sulle merci da esportare negli Usa proposti dall’amministrazione Trump – Crediamo nella libertà del commercio e nella forza e qualità del made in Italy: i dazi sono un grave danno per chi li mette e anche per chi li subisce. Mi preoccupano e mi auguro che siano solo un annuncio». Sangalli ha toccato anche il tema dell’economia, definita un’altalena. «Siamo di fronte a un bivio – ha detto – e al rischio del ritorno alla stagnazione nel 2018. Dobbiamo fare di tutto per ribaltare questa eventualità».
Due gli ostacoli descritti da Sangalli sulla via della ripresa: le fragilità strutturali del Paese (burocrazia opprimente, carenze infrastrutturali e logistiche, deficit di legalità) e il livello di pressione fiscale che «rende difficilmente concreta qualsiasi prospettiva di crescita».
Sangalli chiede una riduzione del carico fiscale su famiglie e imprese agendo sulle aliquote Irpef per rilanciare la domanda interna. «Va superata la logica dei bonus e degli interventi spot» ha detto.
«Siamo favorevoli alla riduzione del cuneo fiscale sul lavoro dipendente, ma non a scapito di una maggiorazione dell’Iva» ha concluso Sangalli.
Al Forum anche Antonio Tajani, presidente del Parlamento Europeo. «Terrorismo e immigrazione sono due temi di fondamentale importanza. Dobbiamo affrontare il tema della nostra politica commerciale: abbiamo un problema con la Cina, che non è un economia di mercato, ma per l’Europa il mercato cinese è di straordinaria importanza. Dovranno essere prese misure dumping e antidumping».
«Ora abbiamo anche un fronte aperto – ha detto Tajani – con gli Stati Uniti, E questo mi preoccupa». Tajani ha parlato anche della Brexit: «Anche con i britannici dobbiamo essere molto chiari: se vogliono andare via ok, ma prima si stabiliscano le regole».
“Il ruolo delle banche per la crescita dell’Europa” è stato il panel che ha concluso la prima giornata del Forum. «Per fare investimenti nel Paese è assolutamente ristabilire livelli adeguati di credito alle imprese, soprattutto pmi – ha detto Paolo Ferré, incaricato di Confcommercio alle Politiche del credito nazionale – Banche e imprese devono collaborare».

1 aprile 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto