Challenger di Como, tanto azzurro agli ottavi

Stefano Oppo

Giornata di festa per gli italiani al Challenger Atp “Città di Como”. Per i colori azzurri, dopo il successo di lunedì di Andrea Arnaboldi, sono arrivate ieri altre otto vittorie, sia quelle a favore di pronostico sia quelle contro ogni aspettativa. Come quella di Federico Iannaccone, 22enne che vive tra il Lario e il Canton Ticino, che al termine di un grandissimo match durato 2 ore e 48 minuti ha piegato la resistenza dell’argentino Camilo Ugo Carabelli (7-5 6-3 6-4).
Ora, in un ottavo di finale tutto italiano, Iannaccone se la vedrà con Riccardo Bonadio pure lui vincitore in rimonta (3-6 6-3 6-3) sull’austriaco Alexander Erler. Passaggio del turno senza faticare per Gian Marco Moroni, grazie al ritiro del russo Alexey Vatutin. La altre racchette tricolori Federico Gaio (contro il cipriota Petros Chrysochos) e Andrea Vavassori, contro il giovanissimo inglese Jack Draper (19 anni), hanno avuto bisogno del terzo set per raggiungere gli ottavi, come pure al terzo l’ha spuntata – in rimonta – Giulio Zeppieri, una delle promesse del movimento nazionale che (fresco vincitore a Barletta) ha esordito imponendosi per 4-6 6-2 6-4 su Lucas Miedler.
La giornata di gloria per l’Italia è stata chiusa da un altro giovanissimo, Flavio Cobolli, 19 anni, che ha stretto la mano all’avversario per ritiro sul 6-1 3-3.
Ma oggi a Como era anche il giorno del ritorno in riva al Lario del vincitore del 2015 Andrey Kuznetsov che a Villa Olmo non ha mai perso. Ad arrendersi al russo, al termine di un match davvero di alto livello, è stato l’indiano Sumit Nagal (testa di serie numero 6) con il punteggio di 6-4 7-6. Ospite del Tennis Como, ieri, Stefano Oppo, nella foto, bronzo olimpico del canottaggio sul doppio leggero con il comasco Pietro Ruta. Appassionato di tennis, il sardo Oppo, del Gs Carabinieri, è spesso sul Lario, la sua fidanzata, Camilla, è infatti di Cernobbio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.