Chapeau Thibaut Pinot: il “Lombardia”  2018 parla francese
Sport, Territorio

Chapeau Thibaut Pinot: il “Lombardia” 2018 parla francese

Bernard Hinault 1984; Thibaut Pinot 2018. Dopo 34 anni l’arrivo di Como del Giro di Lombardia ha di nuovo salutato il trionfo di un corridore francese, Thibaut Pinot appunto.
Il 28enne transalpino è scattato poco prima dello scollinamento di Civiglio – staccando il compagno di fuga Vincenzo Nibali – ed è arrivato solitario al traguardo. Alle sue spalle lo stesso Nibali, staccato di 32’’; terzo il belga Dylan Teuns, a 43’’.
Questo il podio della gara organizzata da Rcs Sport che nel suo epilogo ha avuto il Lario e il suo territorio sullo sfondo, dopo il via da Bergamo. I tifosi hanno affollato i punti da sempre più apprezzati come Ghisallo, Muro di Sormano, la salita e la discesa di Civiglio. Anche la città è stata pacificamente presa d’assalto da appassionati di tutto il mondo, che si sono concentrati nella zona del traguardo, dove si sono visti anche grandi ex come lo spagnolo Alberto Contador (uno dei pochi a vincere Tour, Giro e Vuelta) e Johan Museeuw, iridato a Lugano nel 1996. Applausi anche per Davide Van de Sfroos, il cantautore comasco, che ha incontrato i suoi ammiratori nei pressi dell’arrivo.
Le immagini di Como e del suo territorio hanno fatto il giro del mondo, con il lago e i luoghi più significativi che sono stati inquadrati tatticamente dalla regia. Un spot per il territorio.
Il francese al termine ha avuto parole di elogio per il “Lombardia” e il suo tracciato. «Ho realizzato un sogno – ha detto – È la mia vittoria più bella in una corsa che mi piace, mai noiosa. Il percorso è magnifico. Se all’inizio della mia carriera mi avessero detto che avrei potuto conquistare soltanto una gara, avrei scelto questa. Credetemi: il “Lombardia” mi fa impazzire per la sua bellezza. È il successo più bello da quando corro».
Sul duello con Nibali risolto nella salita di Civiglio, Pinot ha spiegato: «Ho fatto un paio di scatti e lui si è messo al mio fianco. Di solito, invece, ci si mette a ruota. Allora ho voluto provare a ripartire e a quel punto lui si è staccato. Ho capito che la mia intuizione era stata giusta».
L’obiettivo era evitare il confronto diretto sulla discesa che da Civiglio, passando da Ponzate e Camnago, porta verso la convalle. «Temevo Nibali, perché lui conosce bene quel tratto – ha specificato ancora il vincitore – Lui fa traiettorie impressionanti; sapevo che sarebbe stato meglio staccarlo prima».
Pinot, infine, ha spiegato il suo amore per l’Italia: «L’adoro fin da piccolo per tradizioni, carattere dei suoi abitanti e gastronomia. Mi piace quando le gare partono dai suoi paesini e quando gli arrivi sono in città storiche».
Al fianco di Pinot sul podio c’era Nibali. Per il siciliano non è mancato l’affetto dei tifosi, che lo hanno lungamente applaudito, al pari del campione del mondo, lo spagnolo Alejandro Valverde.
«È stata una buona gara, anche se avrei voluto ottenere qualcosa di più – ha dichiarato Nibali – Sapevo che Pinot e Valverde erano gli uomini più in forma e che contro di loro non sarebbe stato semplice».
La grande giornata di ciclismo a Como si è conclusa con la consegna dei riconoscimenti del Premio Vincenzo Torriani andati a Gianni Mura, Alfredo Ambrosetti e Alberto Contador.

Ciclismo, Giro di Lombardia 2018
 Thibaut Pinot al traguardo Foto Gian Mattia D’Alberto – LaPresse – RcsCiclismo, Giro di Lombardia 2018 Podio

Nella foto: Vincenzo Nibali ITA, Thibaut Pinot FRA, Dylan Theuns BEL
Photo Gian Mattia D’Alberto – LaPresse

15 ottobre 2018

Info Autore

Massimo Moscardi

mmoscardi mmoscardi@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto