Chiasso, latitante arrestato dalla guardia di finanza

Guardia di Finanza

Di ritorno dalla Germania, al valico di Ponte Chiasso ha mostrato ai finanzieri che gli avevano chiesto i documenti l’autocertificazione in cui dichiarava di essere diretto verso l’Umbria per ricongiungersi alla sua famiglia.
I militari delle fiamme gialle però hanno accertato che l’uomo, 35 anni, cittadino italo-dominicano, era ricercato. Immediato dunque l’arresto e il trasferimento nel carcere del Bassone di Albate.
Al momento del controllo dei documenti, i finanzieri hanno fatto una verifica nelle banche dati delle forze dell’ordine e hanno accertato che l’uomo era destinatario di un ordine di esecuzione pena, emesso, nel mese di luglio del 2019, dall’Ufficio Esecuzioni della Procura della Repubblica di Perugia.
L’uomo doveva infatti scontare una pena definitiva di 6 anni di carcere e pagare una multa di 30mila euro per reati legati al traffico di droga e risultava latitante.
Il 35enne era inoltre stato condannato a un mese e 10 giorni e 1.200 euro di ammenda per guida in stato di ebbrezza. Il 35enne italo-dominicano, dopo gli accertamenti è stato, come detto, portato in carcere al Bassone.
La guardia di finanza sta effettuando controlli serrati alle frontiere tra Como e la Svizzera anche in questa fase di emergenza sanitaria.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.