Chiede aiuto ai carabinieri e salva la madre dalle bastonate del padre

Intervento dei carabinieri venerdì notte a Campione d'Italia

Carabinieri in azione nella notte Carabinieri in azione nella notte

A lanciare l’allarme, nella serata di giovedì, è stato il figlio della coppia, di appena 9 anni. È stato lui ad impugnare il telefono e a chiamare i carabinieri per implorare di intervenire e salvare la madre, presa a bastonate dal padre. Una richiesta di soccorso che è servita ad evitare il peggio, permettendo agli uomini dell’Arma di arrivare sul posto e arrestare l’uomo che ieri è stato processato per direttissima di fronte al giudice monocratico del Tribunale di Como.

In manette è finito un 48enne del Triangolo lariano. L’aggressione del marito alla moglie sarebbe andata in scena nella tarda serata di giovedì, intorno alle 23. L’uomo, pare armato di bastone, avrebbe iniziato a colpite violentemente la compagna.
Una scena avvenuta sotto gli occhi del figlio. Il piccolo, di appena 9 anni, sarebbe però riuscito a contattare i carabinieri chiedendo loro di intervenire il prima possibile.

I militari dell’Arma di Erba hanno così raggiunto l’abitazione intimando al 48enne di smetterla. La reazione è stata ulteriormente violenta: l’uomo avrebbe infatti iniziato a minacciare anche i carabinieri, brandendo anche una siringa. Alla fine i militari sarebbero riusciti ad ammanettarlo e a condurlo nella cella della caserma.

La procura non ha contestato all’arrestato solo i maltrattamenti in famiglia, ma anche la resistenza, la violenza e le minacce a pubblico ufficiale. Il giudice ha convalidato l’arresto e disposto la permanenza in carcere del padre violento, in attesa che venga celebrato il processo che è stato fissato per il 20 marzo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.