Chitarre protagoniste oggi in via Cadorna. Alle 17 il concerto

Chitarra

Federico Moreno Torroba (1891-1982) con la sua partitura Estampas. E poi Erik Satie (1866-1925) con le sue celebri Trois Gymnopédies, Leo Brouwer (1939) con Paisaje Cubano con Lluvia, Antonio Eros Negri (1964) con Canone a 4, Fantasia cromatica quadripartita e Luigi Boccherini (1743-1805) con Introduction et Fandango dal Quintetto G 448.
È il ricco menu del concerto Musica rara per quartetto di chitarre che nell’ambito del ricco cartellone di proposte del Conservatorio Verdi va in scena oggi a cura del Quartetto Entós nell’Auditorium dell’istituto di alta formazione che ha sede in via Luigi Cadorna 4 a Como, ingresso libero. Il concerto inizia alle 17.
Il Quartetto Entós è formato da Dante Bignoli, Davide Crenna, Giovanni Scandolara e Gianluigi Ubezio, e nasce nel 2017 dal comune desiderio di affiancare all’attività solistica anche quella cameristica. I membri del quartetto sono tutti allievi del maestro Guido Fichtner presso il Conservatorio di Como e condividono la medesima passione per lo strumento.
Singolarmente hanno partecipato a numerose masterclass con alcuni fra i più importanti chitarristi internazionali come Judicael Perroy, Lorenzo Micheli, Matteo Mela, Ricardo Gallen e Oscar Ghiglia.
Vantano inoltre diversi premi in concorsi nazionali e internazionali. Attualmente sono impegnati nell’ampliare il loro repertorio, collaborando anche con compositori viventi e lavorando a trascrizioni di repertorio non originale adattato alla formazione del quartetto di chitarre. ll nome Entós, letteralmente «mare interno», deriva dal greco e riconduce ad un’idea di Mediterraneo come luogo di incontro di diverse culture, spirito che accomuna i quattro componenti nel proporre musica e suonare insieme.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.